ROVATO – Ottima prestazione per il Patarò Lume che batte Rovato

0

Rugby Rovato 10 – 24 Patarò Lumezzane (0-5)

Rovato: Zanni; Caravano, Valtorta (7′ st Manchi), Curione, Opini, Ceretti, De Carli (27 ‘ st Gazzoli); Stefanini, Fimmanò (27 ‘st Neri), Rossetti; Faletti, Belloni; Masneri (37’ pt Mazzotti), Corvino, Tavelli ( 27 ‘st Garofalo). A Disposizione:  Festa, Blagojevic. Alenatori: Lancini e Borboni

Patarò Lumezzane: Costantini; Cudicio (18′ st Fazzari), Raza, Gabba (38′ pt Scaramella), Masgoutiere, Locatelli, Cittadini; Cuello, Seminara (18′ st Ghizzardi), Rizzotto; Scotuzzi (27′ st Bettinsoli), Montini; Piciaccia, Cairo (1’st Zoli), Peveroni (1′ st Vitrani). A disposizione: Bosio. Allenatore: Mike Gosling

Arbitro: Savio (Torino)

Marcatori: Pt: 3′ m Locatelli tr. Locatelli, 9′ c.p. Zanni, 18′ m Cuello, 28′ m Piciaccia; St:11′ m Manchi tr. Zanni, 21′ m Fazzari tr. Locatelli

Note: fine Pt: 3 – 17; Spettatori: 800; Man of the match: Cuello; Cartellini gialli: 33′ pt Seminara, 4′ st Cuello, 15′ st Rizzotto

download (11)Il Patarò supera i cugini del Rovato, dopo una buona partita, consolidando la seconda posizione in classifica. Partenza lampo per i valgobbini, che nei primissimi minuti di gioco realizzano la prima meta con Locatelli, nata da una bella azione corale: rimessa laterale a pochi metri dalla linea di meta avversaria, presa perfetta di Rizzotti, ottimo rolling maul, palla a Cittadini che mette in moto Locatelli che va a segno. Quest’ultimo poi realizza due punti dalla piazzola. C’è la reazione di padroni di casa con Zanni, autore di un facile calcio di punizione. Il Patarò non ci sta e grazie ad una prepotente azione di Cairo, che evita con veemenza due placcaggi e passa l’ovale a Cuello, mette a segno facilmente la seconda meta del 12-3. Il Lumezzane non si ferma e con un’altra precisa rolling maul, dopo una rimessa laterale, riesce a mandare in meta Piciaccia, che fissa il risultato a 17-3. Viene espulso Seminara e finisce così il primo tempo.

All’inizio della ripresa viene espulso anche capitan Cuello e così il Rovato, approfittando della netta superiorità numerica, fa girare molto belle l’ovale, mandando Manchi a realizzare l’unica meta franciacortina dell’incontro. Zanni trasforma e porta il punteggio sul 17-10. Galvanizzato il Rovato cerca la rimonta, ma Patarò serra le fila e mostra una solida fase difensiva. Al 21’ però sono proprio gli ospiti a chiudere l’incontro con la quarta e ultima meta, propiziata da una grande azione di Cuello e finalizzata da Fazzari alla bandierina. Locatelli non manca la trasformazione e fissa il risultato sul 24-10. Patarò acquisisce il bonus e mantiene la seconda piazza della classifica.

A fine partita coach Gosling commenta così: “Voglio complimentarmi con Rovato che ha giocato con grinta e cuore, mentre noi avendo segnato dopo soli tre minuti dal fischio d’inizio, abbiamo forse peccato un po’ di presunzione. Abbiamo cominciato a fare errori, siamo stati un po’ egoisti ed abbiamo peccato ancora di disciplina.  Comunque, l’importante era mettere altri cinque punti in classifica e ci siamo riusciti, questo è molto importante per raggiungere il nostro obiettivo stagionale che coincide con la promozione”. Anche capitan Cuello dice la sua: “Mi complimento anch’io con Rovato per come ha affrontato questa partita. Sapevamo che al “Pagani” non sarebbe stata una partita facile, io ho giocato a Rovato appena sono arrivato in Italia e immaginavo che il Rovato ce l’avrebbe messa tutta e oggi ci ha messo veramente in difficoltà. Rovato è una squadra giovane, ma credo che abbia il potenziale per crescere ed i ragazzi hanno dimostrato di essere pronti per la serie B. Noi abbiamo vinto e fatto il bonus com’era stato programmato, ma dobbiamo lavorare ancora sulla disciplina dove ancora abbiamo dei problemi”.