MONTIRONE – Al via il percorso formativo “Crescere tra virtuale e reale”

0

“Crescere tra virtuale e reale: nuovi rischi e nuove strategie di sopravvivenza”. È questo il titolo del percorso formativo organizzato dall’Assessorato alla cultura, istruzione e biblioteca di Montirone, in collaborazione con l’Assessorato ai servizi sociali. Gli incontri si terranno a Montirone nella Sala comunale di Via Foppa 11/i (dietro agli ambulatori medici) dal 13 novembre al 26 di giugno e sono in tutto 12 appuntamenti. Perché un tale ciclo di incontri? “La comunità che educa – riferiscono gli organi comunali in un comunicato stampa – che si fa carico di educare ed educarsi è l’idea stessa da cui nasce il Piano dei  servizi  educativi, è  l’idea  guida  condivisa  dall’amministrazione comunale e dalle diverse agenzie educative presenti sul territorio.

MontironeMa  educare  vuol  dire  anche  avere  gli strumenti  per poterlo fare al meglio, da qui l’idea di dedicare quest’anno alla formazione e al supporto degli educatori, tutti gli educatori: genitori, insegnanti e tutti gli adulti che in questo ruolo proprio del mondo dei grandi credono e sono disponibili a mettersi in campo. Cosi  nasce  l’idea  di  questo  percorso  di  formazione  12  incontri su temi specifici  che  possono aiutarci a comprendere il mondo dei nostri ragazzi, che ci possono aiutare ad avere gli strumenti per dialogare con loro, per guidarli e per supportarli in quei loro primi passi verso il mondo degli adulti, cosi ricco ma cosi pieno di insidie.

Accanto a questo percorso sono poi previsti altri interventi come quello con il prof. Domenico Barillà psicoterapeuta e analista che presenterà il libro “Il coraggio di essere io. Diventare grandi senza scimmiottare gli altri e senza sentirsi esclusi” o quello con lo psicologoPaolo Crepet da anni impegnato nella formazione degli adulti. Questo  percorso si  affianca  a  quanto  già  da  anni  viene proposto  come  il servizio di sportello genitori, con la presenza di psicopedagogisti in tutti gli ordini di scuola, con lo sportello ragazzi da anni attivo alla scuola secondariada quest’anno aprirà anche ai ragazzi delle superiori con uno sportello presso la biblioteca comunale o con gli interventi di formazione rivolti ai docenti  organizzati con l’istituto comprensivo.

Un  impegno  dunque  a tutto tondo  per  crescere  assieme  ai  nostri ragazzi,  per poter sentirci adeguati alle sfide sempre più importanti che ci rivolgono, per non sentirci soli ed isolati in questo compito difficile ma entusiasmante che è appunto quello di educare”. Il relatore degli incontri sarà il Prof. Massimiliano Padova, pedagogista ed educatore, esperto in percorsi di sostegno ai minori con difficoltà di apprendimento e formazione alla genitorialità e in riabilitazione e trattamenti psicoeducativi e per consulenze sulle dipendenze. Il primo incontro, mercoledì 13, è intitolato “Problemi in famiglia e famiglia contro i problemi”. Giovedì 28 novembre sarà la volta di “Internet addiction e bullismo elettronico”.

Il 19 di dicembre si discuterà invece il dibattutissimo tema “L’amore ai tempi di Facebook”. Il 9 di gennaio invece “La febbre del gioco”. Il 30 gennaio, il quinto incontro sarà su “sesso, lavoro, shopping: passioni o dipendenze”, sempre legato al tema delle dipendenze sarà l’incontro del 20 febbraio da titolo “Alcool: nuovi stili di consumo e nuovi rischi”. “L’inganno della cannabis” è invece l’argomento dell’appuntamento del 13 marzo a cui seguirà il 3 aprile “Le bugie della cocaina”. Il 24 aprile si aprirà invece il dibattito sulla genitorialità con “Genitori oggi” a cui seguirà il 15 maggio “La comunicazione efficace”. Gli ultimi due incontri saranno rispettivamente il 5 giugno “Motivazione: motore dello sviluppo” e il 26 giugno “Emotività e iperattività: handicap o potenzialità”.