VALCAMONICA – Segno Artigiano e Sapori di Valle: innovazione nella Valle dei Segni

0

Nuovi traguardi per “Segno Artigiano”, il progetto di marketing territoriale della “Valle Camonica. La Valle dei Segni” che trae ispirazione dalle famose Incisioni Rupestri del Sito Unesco n.94. Promosso dal Distretto Culturale di Valle Camonica in collaborazione con vari partner, fra i quali lo studio Whomade di Milano, “Segno Artigiano” si struttura come un progetto creativo per la promozione dell’artigianato legato alla millenaria tradizione camuna, facendo riferimento alla straordinaria forza evocativa dell’arte rupestre di questo territorio.

IMG_8499Dopo varie fasi di sviluppo e il coinvolgimento di alcune importanti imprese artigiane del territorio camuno, selezionate attraverso vari bandi di concorso, il progetto si è spostato verso l’artigianato artistico con il coinvolgimento di altre aziende e la creazione di nuovi prodotti, che amplieranno il catalogo di Segno Artigiano, che ad oggi raccoglie più di 100 articoli (www.segnoartigiano.it), e si sta focalizzando ora sulle modalità di distribuzione dei prodotti, già presenti in alcuni importanti negozi e store della Valle Camonica, ma che deve essere ampliata per rappresentare un vero strumento di promozione della Valle Camonica.

La modalità operativa di Segno Artigiano, con l’incontro tra imprese e designer, tra tradizione e innovazione, ha saputo poi contaminare anche il settore agroalimentare della Valle Camonica. Nei mesi scorsi il Distretto Culturale di Valle Camonica in sinergia con l’Assessorato all’Agricoltura della Comunità Montana aveva offerto una nuova occasione di sperimentazione creativa attraverso l’apertura del bando di concorso “Sapori di Valle Camonica Design”, rivolto a progettisti, grafici e designer per la proposta di progetti innovativi nel campo della comunicazione, packaging e food design e destinato a 5 aziende del comparto agroalimentare della Valle Camonica.

Nei giorni scorsi nella suggestiva cornice della Casa degli Artisti di Bienno, si è svolta la cerimonia ufficiale di assegnazione dei premi ai cinque giovani creativi vincitori del bando di concorso, che d’ora in avanti forniranno assistenza alle 5 imprese selezionate in precedenza. Obiettivo sarà quello di rispondere ai bisogni delle aziende, migliorare i prodotti locali e raccontare le tradizioni e il patrimonio d’identità del territorio, attraverso la cultura del design contemporaneo.

I vincitori di Sapori Design:

MARTINO BISON di Bologna – per il Consorzio della Castagna per il progetto di revisione dell’immagine complessiva del Consorzio e dei suoi prodotti.

FRANCESCA MARTINAZZOLI di Malegno (BS) –  per la Cooperativa Frutticoltori Camuni per il progetto di nuovo packaging dei prodotti

SILVIA STEFANI di Losine (BS)– per il Consorzio Vini Igt per il progetto di comunicazione e packaging per il nuovo vino di Valle Camonica

ELENA SOPHIA CASTIGLIONI con NORMAN STORELLO di Torino – per Cissva per il progetto di packaging dei prodotti light del Consorzio

MONICA LOVATI con MARTINAELISA CECCHI di Milano –  per Antichi Sapori Camuni per la comunicazione e il food design dei nuovi prodotti di marmellate e gelatine.

“Siamo particolarmente soddisfatti degli esiti del concorso – hanno dichiarato Simona Ferrarini, Sergio Bonomelli e Ruggero Bontempi, rispettivamente  Presidenti del Distretto Culturale, del Sito Unesco e Assessore all’agricoltura della Comunità Montana di Valle Camonica presenti alla cerimonia di premiazione– che ha visto vincitori ben due designer della Valle Camonica, su 40 proposte pervenute. Segno che quando c’è la qualità, anche la Valle Camonica può competere anche con i più importanti  centri della creatività come Torino e Milano. Dobbiamo far crescere le competenze e la voglia di innovazione dei nostri giovani”.

Ma il progetto “Segno Artigiano” non si ferma. Dal 30 novembre al 1 dicembre 2013 parteciperà ad un evento di illustre fama: “AF – L’Artigiano in Fiera”, 18ª Mostra Mercato Internazionale dell’Artigianato. L’area di esposizione dei prodotti di “Segno Artigiano” sarà collocata nel cuore della zona dedicata all’artigianato bresciano: un’ottima opportunità per lanciare la Valle Camonica” la sua cultura all’interno di Artigiano in Fiera.

La Fiera rappresenta un’occasione imperdibile, se si tiene conto che all’ultima edizione hanno partecipato oltre 2.900 imprese provenienti da 110 Paesi e sono stati registrati picchi di oltre 300 mila ingressi giornalieri: un evento unico al mondo in grado di consentire alle imprese di testare il mercato e di confrontarsi con le esperienze di piccoli imprenditori di tutto il mondo. E soprattutto sarà il contesto ideale per valorizzare l’identità territoriale della Valle dei Segni con tutta la sua proposta turistica, tradizione, enogastronomia e produzione artigianale.