LODRINO – La festa del 4 novembre vista dalle storie degli studenti

0

La  ricorrenza del 4 novembre, festa dell’Unità nazionale e delle Forze armate, è sempre viva e partecipata a Lodrino grazie alla presenza di alcuni reduci che ancora possono narrare quegli eventi oggi conosciuti solo attraverso i libri di storia.

Festa 4 novembre LodrinoUno di questi, nonostante si aiutasse con un bastone, ha presenziato anche a nome degli altri alla sfilata, alla messa e alla deposizione di una corona al monumento ai caduti.

Dopo un breve commento da parte del sindaco Iside Bettinsoli e del parroco don Viatore Vanini, sono stati i ragazzi delle scuole, coordinati dalle insegnanti, a ricevere l’attenzione delle persone presenti dopo che a turno hanno narrato con un racconto la loro visione della guerra e della sua conseguenza: la morale è che desiderano vivere lontani dai cannoni e dall’odio, sostituendoli con l’amore e la gioia rappresentati da un grosso petardo che scoppiando ha lanciato in aria tantissimi coriandoli colorati.

La banda di Santa Cecilia ha eseguito diversi pezzi del loro repertorio, ricevendo gli applausi. Il pranzo conviviale in pineta ha concluso la giornata.