BRESCIA – Spesometro 2013: prorogata la scadenza al 31 gennaio

0

Sembra ormai certo che l’agenzia delle Entrate abbia accolto le richieste dei commercialisti, delle associazioni di categoria e degli altri soggetti impegnati nello spesometro 2013. La comunicazione ufficiale, avvenuta tramite una circolare, se proprio non è una proroga è quanto meno un’apertura dei tempi, una dilazione.

spesometro_2013Infatti, come spiega la nota, i modelli potranno essere inviati fino al 31 Gennaio 2014. La doppia scadenza rimane, ma fino a quella data potranno essere nuovamente inviati i modelli e le dichiarazioni anche già spediti, con le dovute e necessarie correzioni.

I contribuenti, dunque, avranno più tempo per confrontare, analizzare ed inoltrare i dati attraverso il canale telematico Entratel, che rimarrà aperto per i primi 31 giorni del 2014. Le Entrate hanno disposto lo slittamento dopo aver preso atto delle eccessive difficoltà riscontrate dagli studi preposti all’invio delle documentazioni, sia nella forma analitica – e dunque in proprio – che per via aggregata, cioè per conto terzi.

Si tratta, invece, di una proroga “completa” per le spese che i vari operatori e intermediari finanziari avrebbero dovuto comunicare il 12 Novembre sui pagamenti oltre i 3.600 euro effettuati con carta di credito e bancomat. La proroga questa volta è espressa e la nuova data è sempre il 31 Gennaio 2014.

Stato, Regioni, Province e Comuni hanno già avuto il loro esonero con un provvedimento delle Entrate datato 5 novembre. Per loro niente spesometro per le operazioni riferite al 2012 e al 2013. L’obbligo riguarderà solo le operazioni relative al 2014 e soltanto se non saranno documentate con fattura elettronica.

Leggi il comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate.