GHEDI – Controlli sul territorio: 7 clandestini in 4 giorni

0

“Questi sono i frutti del controllo metodico e capillare del territorio. Senza dubbio una risposta concreta ed efficace ad uno dei bisogni più sentiti della comunità. Un programma diretto, senza troppi giri di parole, ma che lascia parlare i fatti. A tal proposito dobbiamo rivolgere il nostro plauso al comandante della Polizia Locale, Enrico Cavalli, ed ai suoi agenti per l’impegno che profondono quotidianamente nella loro attività”.

sindaco-di-ghedi-lorenzo-borzi_1_originalCosì hanno sintetizzato la loro soddisfazione per gli avvenimenti degli ultimi giorni il sindaco di Ghedi, Lorenzo Borzi, e l’assessore alla sicurezza Luca Mostarda, che hanno ribadito la loro ferma intenzione di proseguire su questa strada che sta offrendo risultati positivi a sostegno della sicurezza in tutto il territorio ghedese. Gli ultimi giorni, in effetti, sono stati davvero intensi per gli agenti della Polizia Locale di Ghedi che sono stati impegnati in una serie di controlli che hanno permesso di individuare ben sette clandestini in soli quattro giorni. Tra questi sono stati individuati due pluripregiudicati, ben conosciuti alle forze dell’ordine. Sei clandestini sono stati colpiti da un’ordinanza di allontanamento, mentre uno è stato espulso direttamente a Milano Malpensa. Merita di essere segnalato il fatto che tra le persone così individuate ci sono cinque di nazionalità marocchina, uno egiziano ed uno siriano. Proprio quest’ultimo ha richiamato in modo particolare l’attenzione visto che, come gli agenti della Polizia Locale hanno potuto appurare grazie alla collaborazione degli interpreti, si tratta di uno dei profughi approdati in Italia in occasione degli ultimi sbarchi. In particolare il siriano ritrovato a Ghedi è sbarcato in Italia lo scorso 12 ottobre e si è diretto subito verso il nord facendo perdere ben presto le sue tracce. Merita di essere segnalato anche l’episodio che ha impegnato la Polizia Locale di Ghedi sabato 26 ottobre, quando gli agenti sono stati chiamati per un controllo nel parcheggio del Supermercato Famila, dove è stata segnalata una macchina sospetta. Nel vedere arrivare gli agenti due romeni si sono allontanati a piedi in direzione del centro della cittadina, destando l’interesse degli stessi che li hanno inseguiti e ricondotti nel parcheggio. Il successivo controllo all’automobile ha permesso di ritrovare merce rubata per un valore di oltre 1200 euro e di appurare nello stesso tempo che altri due complici, sempre di nazionalità rumena, erano riusciti nel frattempo ad allontanarsi dal posto. L’ultimo risultato ottenuto dagli agenti della Polizia Locale in occasione dei controlli che stanno attuando proprio in questi giorni risale infine proprio a queste ultime ore, visto che tra ieri e oggi sono pervenute segnalazioni che hanno portato a due controlli in un centro massaggi, dove è stata rilevata la mancanza delle figure professionali previste dalle legge con la conseguente emissione di due sanzioni amministrative: “Bisogna sempre mantenere alta la guardia – è la conclusione del sindaco Borzi e dell’assessore Mostarda – risultati come questi rappresentano una tutela efficace alla sicurezza, ma rincresce osservare che a persone che vantano ormai una lunga lista di precedenti viene concessa la possibilità di arrivare fino al nostro territorio, così come rimane da mantenere al centro dell’attenzione la questione sull’efficacia dei provvedimenti che vengono presi in merito a queste stesse persone. E’ necessario garantire che i risultati importanti che i nostri agenti riescono a raggiungere grazie al loro splendido lavoro mantengano la loro validità nel tempo!”.