BRESCIA – Nel 2013 7mila immigrati in meno per colpa della crisi

0

Il nord d’Italia ed in particolare il bresciano è sempre stata meta prediletta per gli stranieri in cerca di migliori condizioni di vita. Complice la crisi, si sta registrando un calo dei flussi migratori, sebbene Brescia si attesti ancora come la meta con la media più alta di immigrati di tutta la Regione Lombardia. Gli immigrati hanno incidenza pari al 16.6% della popolazione cittadina e tale percentuale scende al 12.6% se si considera l’intera Provincia. In Lombardia si registra il 9.8% di immigrati ed in Italia tale percentuale si attesta sul 6.8%.

indexQuesti i dati snocciolati nell’annuario CirmiB, il Centro di iniziative e ricerche sulle migrazioni dell’Università degli Studi di Brescia diretto da Maddalena Colombo. In particolare, gli stranieri residenti nella nostra Provincia da 170mila circa nel 2011 sono scesi a 126mila (dato aggiornato a gennaio 2013). Maddalena Colombo ha spiegato che Brescia non rappresenta più un polo di attrazione per i nuovi arrivati e che nel 2012 sono state circa 1.500 le persone rimpatriale o migrate verso altre destinazioni in cerca di maggior fortuna. Per la prima volta, si registra quindi un rallentamento dei flussi di ingresso.