TRENTINO – Il progetto Campus contro il disagio nelle scuole

0

Nato in forma sperimentale nell’estate del 2008 il progetto “Campus” introduce una serie di metodologie e di dispositivi pensati per dare risposte operative nuove alle forme di disagio adolescenziale nei processi educativi presenti anche  nella realtà trentina. Con il provvedimento approvato nella mattinata di oggi, la Giunta ha stabilito di garantire l’attuazione del progetto educativo anche nel corso dell’anno formativo 2013-2014, stanziando un importo di 140.000 euro. Il finanziamento è destinato al proseguimento dei progetti “Campus”già avviati dalle istituzioni formative provinciali e paritarie nel triennio 2010-2013. Le richieste di adesione per l’anno formativo in corso dovranno pervenire al Servizio Istruzione entro il 15 novembre.

indexPer contrastare le forme di disagio adolescenziale riscontrate nei processi educativi e formativi riferiti al contesto scolastico trentino, nell’estate 2008, è nato in forma sperimentale il progetto “Campus”. Volto a sperimentare nuove modalità di organizzazione della scuola per arginare i fenomeni di disagio, di devianza e di violenza, “Campus” è rivolto agli studenti degli istituti formativi provinciali e paritari, alle loro famiglie e ai docenti.  A fronte degli esiti positivi già riscontrati nella prassi quotidiana delle singole scuole coinvolte nella sperimentazione e nell’attesa di acquisire i risultati del monitoraggio e della ricerca commissionati al prof. Gustavo Pietropolli Charmet, la Giunta provinciale ha ritenuto opportuno garantire il proseguimento di “Campus” anche nell’anno formativo 2013-2014. Il provvedimento approvato oggi definisce le modalità di finanziamento dei progetti già avviati dalle istituzioni formative provinciali e paritarie nel corso del triennio di sperimentazione (2010-2013).

Le proposte di prosecuzione dei singoli progetti dovranno pervenire al Servizio Istruzione entro il 15 novembre 2013. In seguito, un’apposita commissione individuata dal dirigente del Servizio istruzione procederà alla valutazione dei progetti presentati e con un successivo provvedimento disporrà il finanziamento dei progetti valutati positivamente.

Il testo integrale della delibera con i relativi allegati si potrà consultare e scaricare sul portale della scuola trentina www.vivoscuola.it.