LUMEZZANE – Zanetti racconta la stagione. "Pronostici rispettati"

0

“Ho rispettato i pronostici di inizio stagione che mi davano costantemente entro i primi cinque assoluti”. Lorenzo Zanetti, il lumezzanese che ha ottenuto il quinto posto assoluto nel campionato del mondo Supersport e primo della nutrita pattuglia di italiani, piloti combattivi e competitivi, commenta in questo modo la sua stagione. Lo fa all’Axevo di Sarnico dove gli sono state consegnate le bici con le quali inizierà ad allenarsi in vista della stagione 2014.

Lorenzo Zanetti alla sede di Axevo
Lorenzo Zanetti alla sede di Axevo

Una nuova collaborazione tra Zanetti e un’azienda bresciana dopo quella con GiVi Visenzi leader nella fornitura di bauletti e parabrezza per moto e Arnaud Nicolet casa di orologi. In sella alla Honda del Pata Team Supersport World, l’inizio di stagione ha visto Zanetti avere alcune difficoltà per adattarsi alla nuova categoria e alla guida che richiede la Supersport, dopo un anno di Superbike. “La stagione è stata un crescendo, con il podio di Monza e tantissimi quarti posti fino all’incidente drammatico con Antonelli – ricorda Zanetti.- Quanto accaduto ha segnato negativamente la stagione al di là dei risultati ottenuti anche nelle gare seguenti. Nell’ ultima gara ho fatto il giro di rientro con la bandiera del suo team con il numero otto. Ho voluto così ricordare un amico”.

Una ripresa immediata quella di Zanetti, sia fisica che psicologica. In un mese il biker valgobbino aveva ripreso la sua integrità totale grazie anche al lavoro svolto dal fisioterapista Simone Cigolini e dallo staff della clinica SantAnna che l’ha operato. Nella stessa struttura, dopo le prove previste a fine novembre ad Aragon e Jerez, Zanetti tornerà per un’altra operazione. La stagione prossima lo vedrà ancora in sella alla stessa moto, un poco datata, visto che è nata sette anni fa, migliorata con interventi anno dopo anno, ma non così evoluta come la concorrenza. “Nelle prove fatte subito dopo l’ultima gara di Jerez abbiamo testato delle nuove sospensioni che ci hanno dato riscontri positivi in termini di migliore grip.

Dobbiamo però fare i conti con la Yamaha dotata di acceleratore elettronico e scalata assistita e con la Kawasaki con un’elettronica più evoluta della nostra. Inoltre la Mv Agusta, entrata nel 2013, è anch’essa di ultima concezione”. Proprio con quest’ultima casa ci sono stati dei contatti per l’anno prossimo, ma Zanetti ha preferito continuare con Honda e il team Ten Kate per evitare di ripartire da zero con un nuovo team. “Ho un contratto per il 2014 – conclude Zanetti.- Il team olandese ha una mentalità come quella lumezzanese e a differenza di altri non ho avuto alcun problema a integrarmi fin da subito”. I prossimi test sono previsti il 27 e 29 novembre, poi la pausa fino a gennaio con altri test a Portimao in Portogallo.