LONATO – Una famiglia in più, iniziativa sociale di mutuo aiuto

0

Sarà presentato a Lonato del Garda, nelle serate del 5, 12 e 19 Novembre, in Sala Celesti il progetto “Una famiglia in +” dell’Associazione Gratitudine, già attivo nel Comune di Desenzano. L’iniziativa sociale ha il patrocinio e l’appoggio dell’Assessorato ai Servizi sociali. Per presentare il progetto e spiegare alle famiglie l’importanza della solidarietà verso i meno fortunati, interverranno dalle 20.30 i relatori: dott. Gabriele Bonazza, assistente sociale e giudice onorario al Tribunale per i Minorenni di Brescia, e Adileia Antunes, presidente dell’Associazione Gratitudine.

una-famiglia-in-piuL’Associazione Gratitudine promuove iniziative di solidarietà ed esperienze di auto mutuo aiuto. Si tratta, in particolare, di un’iniziativa che intende incentivare forme di affido leggero a favore di minori attraverso la creazione di un gruppo di famiglie che, opportunamente sensibilizzate e formate, si rendano disponibili a garantire tale servizio. L’associazione si occupa anche di raccolta e distribuzione indumenti, piccoli elettrodomestici e mobili usati per persone sole o disagiate e percorsi guida all’autonomia per giovani in difficoltà e con scarsi appoggi familiari e sociali.

Nata nel 2011, «l’Associazione Gratitudine si dedica con serietà e impegno alle persone e alle famiglie che si trovano in situazioni difficili, grazie all’indispensabile presenza dei volontari – afferma la sua presidente Adileia Antunes – Da quando sono presidente dell’associazione ho potuto constatare quanto siano importanti per una persona la solidarietà e l’aiuto incondizionato vissuto come dono».

Aggiunge l’assessore ai Servizi sociali, Ettore Prandini: «Abbiamo accolto questo progetto proposto dall’associazione lonatese Gratitudine, visto il valore dell’iniziativa e il momento particolarmente difficile. Speriamo di riuscire a sensibilizzare la comunità di Lonato e trovare famiglie sensibili alla solidarietà verso altre famiglie in difficoltà, a ci tendere una mano, prestando sostegno nella gestione del minore».