BRESCIA – Pena ridotta a 10 anni per Luciano Manca

0

I fatti risalgono al 2011 quando Luciano Manca, dopo aver perso la figlia per overdose, si era recato a Calcinatello e aveva sparato verso il campo nomadi della zona una fucilata intimidatoria. Questo perché considerava i nomadi responsabili della morte della figlia. Una fucilata che era costata la vita a Iunut Iamandita, un giovane di soli 18 anni che si trovava lì per caso. Condannato a 10 anni in primo grado, Manca in appello ha visto una riduzione di 24 mesi della pena, pur non essendogli state riconosciute le attenuanti.