BRESCIA – Abolita la prima rata dell’Imu, è legge

0

Confermata l’abolizione del pagamento della prima rata Imu per quegli immobili per i quali era stata disposta la sospensione fino a settembre, quali l’abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1 (abitazione di tipo signorile), A/8 (abitazioni in villa) e A/9 (castelli e palazzi di eminente pregio artistico o storico); alloggi assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (Iacp), dalle Aziende territoriali per l’edilizia residenziale (Aler) o da altro Ente di edilizia residenziale pubblica avente le stesse finalit; immobili delle Cooperative edilizie a propriet indivisa adibiti ad abitazione principale (e relative pertinenze) dei soci; i terreni agricoli; i fabbricati rurali. Inoltre è previsto che:

– i Comuni, limitatamente alla seconda rata Imu 2013, possano equiparare all’abitazione principale l’unit immobiliare concessa in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado;

– la riduzione dell’aliquota della cedolare secca dal 19% al 15% nelle locazioni a canone concordato a partire dal periodo di imposta 2013.

Fonte: newsletter Confartigianato