MILANO – La Regione investe sugli ospedali bresciani. 8 mln per Brescia, Chiari e Desenzano

0

Nuovi investimenti in campo sanitario per far crescere l’eccellenza del sistema lombardo. Le ultime delibere approvate dalla giunta regionale vogliono riqualificare il patrimonio delle strutture ospedaliere in Regione attraverso interventi di ristrutturazione e adeguamento che interesseranno anche gli Spedali Civili di Brescia e quelli di Chiari e Desenzano.

Sanità lombardia“Mentre si diffondono voci allarmate sui tagli alla sanità, la Regione Lombardia investe sulla crescita di un sistema già eccellente – commenta Mauro Parolini, capogruppo del Pdl-Forza Italia in consiglio – dimostrando di non sedersi sugli allori, ma di adeguare le proprie strutture a bisogni in continuo mutamento”. Sono due le fonti di finanziamento sugli interventi di edilizia sanitaria approvati di recente.

La prima assegna alle Asl locali risorse a parziale copertura di investimenti autofinanziati già previsti. La seconda fa leva sull’accordo tra Regioni e Governo in tema di programmi di investimento in sanità con il coinvolgimento di risorse statali e regionali. “In entrambi i casi – precisa Parolini – si tratta di opere finalizzate all’ammodernamento e alla razionalizzazione della rete ospedaliera prevista nel Programma Regionale di Sviluppo dell’attuale legislatura”. Per la prima tipologia di interventi, al Civile di Brescia sono destinati 2,6 milioni di euro, all’ospedale di Chiari 790 mila euro e a Desenzano del Garda 1,5 milioni.

Per la seconda tipologia, al Civile arriveranno 44 milioni, (di cui 42 milioni di risorse statali e 2,4 regionali) per ristrutturazione del presidio, a Chiari 4,35 milioni (di cui 4 di risorse statali e 260 mila regionali) per la ristrutturazione e l’adeguamento impiantistico e a Desenzano 7,3 milioni (di cui circa 7 di risorse statali e 422 mila regionali) per adeguamento strutturale e impiantistico. “La volontà – conclude il capogruppo – del governo regionale, insomma, è quella di proseguire sulla strada dell’eccellenza in campo sanitario e Brescia con la sua provincia vi rientrano a pieno”.

DELIBERA REGIONALE

SECONDA DELIBERA