LONATO – Consiglio comunale quasi unanime: no al biogassificatore

0

Con 20 voti favorevoli ed 1 astenuto, il Comune di Lonato del Garda boccia in Consiglio il progetto di realizzazione di un impianto biogas in località Campagnoli. “Il Consiglio Comunale di Lonato del Garda esprime parere negativo alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica da cofermentazione anaerobica di fanghi da depurazione proposta dalla ditta Valli spa – si legge nella mozione firmata da tutti i capigruppo – in quanto risulta non compatibile con la natura della zona. Inoltre invita la giunta a mantenere ferma la posizione di contrarietà alla richiesta, già espressa in più occasioni, ed invita la Provincia e gli enti competenti a valutare l’istanza della ditta proponente con la massima attenzione, analizzando tutti i potenziali profili di criticità, se non di rischio, che un impianto di tale dimensioni potrebbe arrecare all’area circostante ed al suo potenziale sviluppo futuro”. Dopo l’appoggio dei comuni limitrofi di Desenzano, Castiglione, Padenghe e Calcinato, Lonato incassa pure il sostegno del Comune di Sirmione, con Bedizzole ormai prossimo a compiere il passo in tale direzione.

comune lonatoDal canto suo, l’azienda si difende affermando che “l’intero impianto sarà realizzato in un’area all’interno dell’insediamento produttivo già esistente, dove è prevista e autorizzata la realizzazione di una nuova porzione del capannone d’impianto. I silos sostituiranno tale porzione di capannone, riducendo l’impatto paesaggistico complessivo della struttura“. Ed aggiunge ” l’inserimento dell’impianto a biogas aggiungerà un’alternativa di trattamento altamente ecologica, riconosciuta dall’Unione Europa come la migliore tecnologia disponibile, per i rifiuti già gestiti all’interno della struttura, senza variarli nè quantitativamente nè qualitativamente“. Manifesta, inoltre, l’intenzione d’indire una conferenza stampa per esporre le proprie ragioni.

Il Comitato Campagnoli, nel frattempo, procede inarrestabile. La pagina facebook, in poche settimane, ha raggiunto i 700 mi piace. Il tesoretto delle firme ha già superato le tremila unità. Coldiretti, Consorzio Albergatori, Comitato Parco Colline Moreniche sono solo le ultime delle numerose associazioni che si sono mosse per far fronte comune. E, dopo il successo di pubblico della prima, sono imminenti nuove assemblee pubbliche.