MILANO – A Milano prima sconfitta per il Patarò Rugby Lumezzane

0

Tabellino

ASR MILANO – PATARÒ LUMEZZANE 31 – 17 (4-0)

ASR MILANO: Tolotti; Caldiroli, Fusi, Franceschi, Zanotti, Gorietti, Canale; Limonta, Ferrari, Campi; Quercioli, Guidugli; Piatti, Beretta, Giocastro. A Disposzione: Lomabradi, Corbetta, Gavazzoni, Tranquillini, M. Morisi, Rodigari, Zamborlini. Allenatore: Ivano Bonacina.

PATARÒ LUMEZZANE: Costantini; Fazzari (35′ st Cavagna), Scaramella (39′ st Cudicio), Raza, Masgoutiere, Cittadini, Bosio (8′ st Zaffino); Cuello, Cropelli (27′ Seminara), Rizzotto; Scotuzzi, Bettinsoli (18′ st Montini), Piciaccia, Zoli (18′ st Cairo), Peverorni (18′ st Cerri).Allenatore: Mike Gosling.

Arbitro: Meneghini (Venezia)

Marcatori. Pt: 9′ c.p. Tolotti, 25′ m Gorietti tr Tolotti, 33′ c.p. Tolotti; St: 4′ m Raza tr Raza, 13′ c.p. Raza, 18′ m Corbetta tr Tolotti, 23′ c.p. Tolotti, 30′ m Cerri tr Raza, 39′ c.p. Tolotti, 40′  m Tranquillini.

Note: fine Pt: 13 –  0; Spettatori: 800; Caratellini gialli: 38′ pt Piciaccia; Cartellini rossi: 40′ st Cavagna e Cerri

 

Prima sconfitta stagionale per il Patarò Lumezzane, che non riesce a superare, in un difficile incontro, ASR Milano. Dopo un primo tempo da dimenticare, i valgobbini purtroppo falliscono la rimonta.

download (11)Partenza a rallentatore per la squadra di coach Gosling, che deve subire, già dai primissimi minuti, l’asfissiante pressione dei padroni di casa. Arrivano così, al 10’, i primi punti della partita da parte di ASR Milano con un tiro dalla piazzola di Tolotti. Il Lumezzane non riesce a reagire come dovrebbe e al 25’ subisce la prima meta realizzata da Gorietti, dopo una bella azione d’attacco, trasformata poi da Tolotti per un netto 10-0. Al 34’ i valgobbini vengono puniti per un fuorigioco in raggruppamento a terra e sempre Tolotti firma il 13-0, risultato che sancisce la fine della prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo c’è la reazione degli ospiti che finalmente riescono ad imporre il loro gioco, liberandosi dalla pressione avversaria. Infatti, grazie ad una grande azione di capitan Cuello, Raza, al 4’, realizza la prima meta del Lumezzane, trasformandola subito dopo. Al 13’, sempre Raza accorcia le distanze dai milanesi di altri tre punti. Questo però non basta, perché i meneghini, al 18’, segnano un’altra meta con Corbetta. Il solito Tolotti la trasforma, e poco dopo lo stesso giocatore può aumentare lo score di altre tre lunghezze, sfruttando un pallone trattenuto a terra dai rossoblu. Il Patarò non vuole arrendersi e così al 30’ mette a segno una meta con Cerri, trasformata dall’incaricato Raza, per il parziale di 23-17. Tutto inutile però: Tolotti punisce ancora una volta dalla piazzola e a tempo ormai scaduto i padroni di casa e della classifica realizzano l’ultima meta con Tranquillini, fissando il risultato finale a 31-17.

Coach Gosling, a fine gare, ha rilasciato le seguenti parole: “ Il primo tempo non abbiamo praticamente giocato, siamo andati solo due volte nella loro metà campo e abbiamo preso due calci di punizione a nostro sfavore. È mancata la testa, non la condizione fisica o la tecnica. Quando abbiamo iniziato a giocare come sappiamo siamo riusciti a segnare due mete. Avevamo anche una mediana inedita, formata da Bosio e Cittadini che non hanno mai giocato insieme, e forse è mancato il feeling con il resto dei trequarti”. Nella prossima partita al Rossaghe, il Lumezzane dovrà affrontare il Parabiagio, che occupa momentaneamente la seconda posizione della classifica.