FRANCIACORTA – Morbidelli (Audi) domina e vince il Superstars per 3 punti

0

L’ultimo appuntamento stagionale valido per il Campionato Italiano Superstars si è svolto ieri, domenica 27 ottobre, sull’autodromo internazionale della Franciacorta. Due gare con un dominatore assoluto, Gianni Morbidelli che, vincendo gara 1 al volante di una imprendibile Audi RS5 ufficiale, quattro ruote motrici, balzava in testa al campionato per soli tre punti. Alle sue spalle l’altro ex pilota di Formula uno, Vitantonio Liuzzi, con la Mercedes C63 AMG, due ruote motrici, che ha contenuto un superlativo e agguerrito Ermanno Dionisio, al suo rientro in Superstars sempre al volante dell’Audi.

Morbidelli campione italiano Superstars
Morbidelli campione italiano Superstars

Bene anche le due Bmw M3 E92 portate in gara dall’esordiente Nicola Baldan e dalla giovane bresciana Francesca Linossi al ritorno dopo due anni nel campionato, costretta al rientro al box per un problema tecnico che le ha impedito di tenere la quarta posizione. Da segnalare il mancato schieramento in griglia della Mercedes di Thomas Biagi, costretto a rinunciare all’ultimo round per problemi fisici. La gara 2 ha visto lo stesso copione, con Morbidelli, partito dall’ultima fila data l’inversione della griglia dopo gara 1, autore di un’aggressiva rimonta che lo ha visto risalire dopo pochi giri al comando.

Secondo in gara 2 Dionisio, che ha sopravanzato Liuzzi in crisi di pneumatici. Quest’ultimo ha rischiato di perdere anche il terzo posto a favore di Baldan,  quarto a un solo secondo. “Devo fare innanzitutto i complimenti a Liuzzi – ha detto alla fine Morbidelli.- Il tracciato di Franciacorta si sposa perfettamente con la nostra vettura e devo ammettere che il mio rivale è riuscito a darmi del filo da torcere per buona parte della gara”. Dionisio, partito malissimo, in gara due è stato protagonista di un recupero che ha esaltato il numeroso pubblico presente.

“Una bella gara con due piloti di grande livello, come Morbidelli e Liuzzi – ha detto l’indimenticabile “Ciccio” Dionisio.- Sono partito male, ma l’ho fatto per il pubblico, che ha assistito a una rimonta che ha creato spettacolo”. Ancora una volta quarto Baldan e quinta Linossi. “Due gare test per me – ha detto la bresciana, applauditissima.- Bene per i tempi in prova, anche se è difficile riprendere dopo due anni che non guido la macchina”.