FRANCIACORTA – I vendemmiatori parlano: aperte possibili condizioni illegali

0

Il contratto doveva coprire dal 5 agosto al 30 settembre; invece hanno vendemmiato dal 29 agosto all’11 settembre.
“Io ho perso una chiamata di lavoro, perchè mi ritenevo impegnato”.
“Sono stato punto ad una gamba da un insetto ma ho dovuto proseguire, pena la perdita del posto”.

“Io stavo tra I grappoli 12 o 15 ora senza potermi fermare”.images “Mi dovevo presentare alle 5.30 ma ero pagato dalle 7”. Queste sono alcune delle dichiarazioni fatte dai vendemmiatori che hanno deciso di denunciare le condizioni illegali in cui dovevano lavorare.

I contratti sembra fossero stati visti e firmati dopo la fine del periodo lavorativo, e molte ore di lavoro erano scomparse nella busta paga.

Si tratta di circa 40 denunce che Cgil e Uil hanno voluto conoscere meglio, testimonianze e controlli hanno fatto emergere questi dati e casi irregolari.

Le indagini sono tuttora in corso e si attende di avere maggiori informazioni per poter agire  di conseguenza, in ogni caso i sindacati auspicano che il marco Franciacorta non venga sporcato con queste vicende.