BRESCIA – Fiera e profughi, dalla Lega sterili polemiche

0

“La dismissione della Fiera di Brescia è una scelta della Camera di Commercio e dell’Associazione industriali sulla quale non ci siamo ancora espressi perché aspettiamo di avere tutti gli elementi per poterlo fare con cognizione di causa, senza valutazioni parziali e affrettate”.

indexIl sindaco Emilio Del Bono risponde al segretario cittadino della Lega Nord, Paolo Sabbadini, che in queste ore si è espresso sul destino dell’area di via Caprera, accusando l’amministrazione di immobilismo. “Mi si dice che non ‘faccio nulla per oppormi’ alla chiusura della Fiera”, continua il sindaco, “ma ciò che mi preme è capire esattamente i contorni del nuovo progetto. Le polemiche fini a se stesse non mi interessano, guardo sempre le cose nel merito e voglio conoscere i fatti prima di esprimere un giudizio, mi comporterò così anche in questo caso”. Secondo Del Bono è la Lega, invece, a cadere troppo spesso in prese di posizione ideologiche. “Sabbadini punta il dito contro l’amministrazione anche per la questione dei profughi, ripetendo il mantra che non è giusto penalizzare i cittadini bresciani per ospitare gli immigrati. Se si fosse informato meglio avrebbe saputo che noi abbiamo semplicemente partecipato a un bando del ministero degli Interni, quindi l’eventuale ospitalità sarebbe a costo zero e non ricadrebbe in alcun modo sulle casse comunali”.