BERZO DEMO – Caldarroste nel castagneto di Gandena per degustare

0

Appuntamento per domenica 20 ottobre 2013 alle 15 presso l’area di sosta attrezza in località Bettolino di Berzo Demo, lungo la S.S. 42 del Tonale e della Mendola (2 km a nord dell’uscita della nuova galleria della Superstrada).

indexCon l’arrivo dell’autunno i boschi si tingono di colori sgargianti e le castagne sono pronte per essere raccolte e…mangiate. Infatti domani, domenica 20 ottobre, la Comunità Montana di Valle Camonica Parco dell’Adamello in collaborazione con la Pro Loco di Val Saviore ed il Coro S. Valentino di Berzo Demo – in concomitanza con l’inaugurazione dell’area di sosta Bettolino (lungo la S.S. 42 nel comune di Berzo Demo) – organizza “Caldarroste nel Castagneto di Gandena”. Un’occasione per inaugurare e presentare al pubblico un importante progetto di riqualifica della frequentata area di sosta Bettolino-Lorengo e di valorizzazione naturalistica del vicino castagneto secolare Pian di Gandena. L’importanza di questa tipologia di bosco e dei suoi frutti è attestata dall’eloquente appellativo che nel corso dei secoli la castagna si è guadagnata, ovvero “Pane dei Poveri”. Infatti fino a qualche decennio fa le castagne garantivano un sano e nutriente alimento per gli abitanti della Valle Camonica.

La giornata avrà inizio alle ore 15.00 con l’inaugurazione ufficiale dell’area di sosta attrezzata riqualificata dalla Comunità Montana di Valle Camonica – Parco dell’Adamello alla presenza del Sindaco di Berzo Demo Corrado Scolari e dell’Assessore all’Ambiente Ecologia, Territorio e Parco dell’Adamello della Comunità Montana di Valle Camonica Gabriele Prandini. Conclusi i saluti delle autorità, ci si immergerà nel foliage autunnale dell’adiacente castagneto secolare: un bosco di 10 ettari di straordinaria bellezza e valore naturalistico poiché alcune piante hanno superano il secolo di età ed il metro di diametro del tronco. In questa cornice bucolica si sviluppa un itinerario lungo circa 1.300 metri arricchito con aree attrezzate e 7 installazioni che consentono ai visitatori di scoprire la magia delle maestose piante. La nuova area naturalistica e didattica è situata in una posizione strategica. Infatti è comodamente accessibile dalla sottostante area di sosta Bettolino (situata lungo la S.S. 42), l’ideale per una pausa ristoratrice durante un lungo viaggio oppure per una scampagnata nella natura senza necessariamente fare lunghe camminate. Per chi fosse interessato all’aspetto storico, inoltrandosi nel castagneto ha inizio il “Percorso della Memoria”, un itinerario escursionistico del Parco dell’Adamello alla scoperta delle numerose testimonianze (mulattiere, tunnel, trincee, postazioni antiaeree…) della Grande Guerra.

Alle ore 16.00 la Pro Loco di Valsaviore offrirà caldarroste per tutti presso lo spazio appositamente attrezzato con area fuoco e padella forata. Gli occhi e lo stomaco saranno allietati dalle bollenti castagne, prezioso prodotto dei nostri boschi. Un’occasione per trascorrere un pomeriggio tra le maestose piante secolari di Pian di Gandena intrattenuti dai canti del coro San Valentino di Berzo Demo, diretto dal Maestro Ferdinando Mottinelli. Una giornata ideale per grandi e piccini che, in caso di maltempo, sarà rinviata a data da destinarsi.