SARNICO – “Nebbia”: Enrico De Tavonatti presenta il suo libro

0

Dopo il romanzo “Maria Assunta Frassina” Enrico de Tavonatti torna a pubblicare un altro libro, “Nebbia”, con la casa editrice bresciana Grafo.

Il romanzo si sviluppa attorno alla storia di un viaggio in treno da Milano a Parigi. Il protagonista, Alberto, si trova infatti costretto a volare nella capitale parigina per raggiungere moglie e figlio in occasione di un anniversario. Causa la nebbia, il personaggio di De Tavonatti deve cercare un modo alternativo di raggiungere la Francia e così sale su un treno con destinazione Parigi.GetAttachment

Ed è proprio nella cabina di quel treno che il protagonista rimarrà al buio, con i suoi pensieri, in compagnia di un’ affascinante donna sconosciuta, come spiega lo stesso autore: “Si tratta di un viaggio claustrofobico nella nera cabina letto di un treno lanciato attraverso le Alpi, da Milano a Parigi, con il buio reso ancora più inquietante dal respiro e dal profumo di un’altra persona, vicina e sconosciuta a rendere ancora più nero il nero della notte che risveglia i nostri mostri”.

Enrico De Tavonatti, che nella vita di tutti i giorni fa l’imprenditore ed è amministratore delegato della società interamente pubblica “Servizi Comunali Spa”, spiega anche il perché del titolo, nell’introduzione del volume: “Perché nebbia? La nebbia è tutta nella mia testa, sempre più fitta col passare del tempo, che si è fatto carico, non sempre con il mio consenso, di disilludermi dalle mie giovanili sicumere riguardo al sapere quel che sapevo di sapere. E, se sono partito osservando un paesaggio sfolgorante, mi sono presto ritrovato circondato dall’impalpabile, insinuante foschia dell’indeterminatezza”.

L’autore presenterà il suo libro a Sarnico il prossimo 19 ottobre alle ore 17.30 presso la Pinacoteca Gianni Bellini.

Al termine dell’incontro Enrico De Tavonatti accompagnerà il pubblico alla mostra allestita per l’occasione in Torretta Civica, con le fotografie scattate dal fotografo milanese Stefano Soliano. Il leit motiv della rassegna fotografica, ripercorrendo la traccia del libro, è l’importanza dell’intuizione. “L’idea di dare alle stampe questo racconto- confessa lo scrittore- è nata vedendo le fotografie di Stefano, conosciuto per lavoro e diventato interlocutore privilegiato. Tecnicamente sono realizzate muovendo la macchina durante lo scatto. Le sue fotografie accompagnano il mio racconto da Milano, attraverso le Alpi fino a Parigi, così come le mie parole, rappresentate a fianco delle sua immagini, accompagnano l’esperienza espositiva a cui è dedicato questo racconto”.

Particolarmente lieto dell’evento anche il Sindaco di Sarnico Franco Dometti, amico da sempre di Enrico De Tavonatti: “Enrico- dice Dometti- non finisce mai di stupirmi e di stupire, ed è questo certamente uno dei motivi più validi e più belli della nostra amicizia. Parteciperò con vero piacere e anche con un poco di curiosità alla sua presentazione”.