GARDA – La Regione in soccorso al Garda

0

Approvata all’unanimità dal Consiglio regionale lombardo la mozione intitolata “Interventi per il sostegno dell’economia turistica e la tutela dell’ambiente dei territori del lago di Garda”. In gioco ci sono difficili partite ambientali, ma la buona notizia è che la mozione impegna il Governo regionale a candidare il Garda a rango di Patrimonio Mondiale dell’Unesco.

indexLa prima questione da risolvere è rifare il sistema di depurazione e colletta mento dei reflui fognari; un intervento che richiede un investimento di circa 150mila euro ma che si rende necessario alla luce delle carenze del depuratore di Peschiera che da solo non è più in grado di offrire servizio alle utenze, soprattutto nel periodo estivo quando sul Garda si contano oltre 20milioni di presenza turistiche. La Regione Lombardia s’è detta disponibile a finanziare l’intervento che prevede la realizzazione di un nuovo depuratore a Visano per la sponda bresciana, ma si rende necessario anche l’intervento dello Stato e dell’Europa al fine di salvaguardare l’ambiente lacuale. Basterà un depuratore nuovo a fare del Garda un buon candidato per l’Unesco? Altri problemi in realtà affliggono il territorio, dalla cementificazione selvaggia alla Tav. Ma sistemare il sistema fognario sarebbe senz’altro già un ottimo risultato.