GARDA – Il centro benessere Gardacqua presenta istanza di fallimento

0

Nulla da fare: lo scorso sabato il centro benessere Gardacqua ha chiuso i battenti e a nulla sono servite le ripetute riunioni tra liquidatore, costruttore dell’impianto, banche, avvocati e amministrazione comunale. L’azienda ha accumulato un debito di 6milioni e 900mila euro ed ai soci non è rimasto altro da fare che presentare istanza di fallimento. Davide Bendinelli, capogruppo di maggioranza al Comune di Garda che nel 2008 aveva inaugurato l’impianto nelle vesti di sindaco, s’è detto amareggiato della situazione e delle sorti cui il centro è andato incontro.

0KMM933R--620x385Il giudice che si sta occupando del procedimento si è comunque detto disponibile a valutare la situazione con una certa celerità se dovesse affacciarsi un gruppo pronto a gestire la struttura. Una società sembra essere interessata alla struttura, che non ha debiti verso i fornitori e se in tempi brevi non vi fosse un subentro nella gestione il segretario generale Filcams Cgl Verona Floriano Zanoni auspica che l’impianto venga presto riaperto, seppur in via provvisoria. La sua chiusura prolungata determinerebbe infatti un danno enorme. Per il sindacalista chiudere un struttura con così tante potenzialità è una pura follia. Intanto, molti dipendenti del centro rischiano di trovarsi senza lavoro. Sotto accusa è finita la gestione della struttura, che sembra non essere riuscita a far integrare il centro del turismo locale. E oltre a chi si preoccupa per il posto di lavoro, c’è chi si preoccupa del proprio abbonamento.