PADENGHE – Si va verso il “NO” al biogassificatore

0

Non è ancora stato ufficializzato a livello istituzionale, ma quanto affermato dal sindaco Patrizia Avanzini nel corso di un incontro con la popolazione lascia poco spazio ad un esito diverso.

L’incontro con il presidente del comitato Campagnoli è stato molto produttivo, m’è stato spiegato in maniera molto chiara in cosa consiste il progetto e credo ci siano gli estremi per contrastarlo – ha affermato lo stesso primo cittadino – L’impianto prevede la costruzione di otto silos e un approvigionamento di 210.000 tonnellate di fanghi che arriveranno da varie parti, con conseguente traffico quotidiano di camion. Come già fatto per quanto riguarda Bedizzole, chiederemo di partecipare alla Conferenza dei servizi dove esprimeremo il nostro parere. L’impianto, pur nella sua diversità, si configura come dieci volte più grande di quello di Bedizzole. La zona in cui andrebbe a sorgere, inoltre, è ricca di campi, vigneti, c’è una falda acquifera, insomma l’impatto che si verrebbe a determinare va attentamente valutato”.

Il fronte degli oppositori si arricchisce di preziosi tasselli giorni dopo giorno. Come già accaduto solo pochi mesi fa, le amministrazioni sono nuovamente pronte a muoversi in difesa del proprio territorio.