BRESCIA – Osteoporosi Day, sabato 19 le donne agli Spedali Civili

0

In occasione della giornata mondiale sull’Osteoporosi l’Ospedale Civile di Brescia aderisce al progetto di O.N.Da., l’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna, che ha coinvolto il network di ospedali che hanno ottenuto i “Bollini rosa” per la loro attenzione alla salute delle donne, in una giornata di sensibilizzazione per la prevenzione e la cura.

Onda osteoporosi“L’osteoporosi – spiega la presidente di O.N.Da, Francesca Merzagora – è una patologia a largo impatto sociale, con diverse e comprovate conseguenze negative di matrice sanitaria, sociale ed economica, spesso sottovalutata e affrontata con grave ritardo. Si tratta, infatti, di una malattia silenziosa, che può progredire per diversi anni fino a quando viene confermata la diagnosi o finché non avviene una frattura”. I numeri parlano chiaro: a causa dell’alto indice di invecchiamento, si stima che entro il 2050 le fratture di femore saliranno dagli attuali 1,6 milioni annui a 5-6 milioni.

Solo in Italia si passerà da 86 mila fratture di femore, registrate nel 2000, a circa 150 mila entro il 2020. Fondamentali sono dunque, da un lato, l’attenzione per la malattia nella fase di prevenzione e di prescrizione delle cure, che devono ridurre il rischio di frattura e di rifrattura, e dall’altro, la motivazione del paziente al proseguimento della terapia, spesso interrotta o non adeguatamente seguita, con un grave spreco economico. La prevenzione e la cura sono possibili e raggiungono i migliori risultati quando il monitoraggio clinico è associato alla giusta alimentazione e all’esercizio fisico corretto.

Quale è la terapia giusta e in quale momento? Quale attività fisica aiuta il mantenimento della struttura ossea? Gli specialisti del Civile aiuteranno la popolazione a chiarire questi e altri dubbi. Caterina Sottini, direttore del Servizio di Riabilitazione Specialistica, Anna Coppini, medico endocrinologo dell’ambulatorio multidisciplinare per la prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dell’osteoporosi, Monica Mazza e Paola Bosatta fisioterapista del Servizio di Riabilitazione Specialistica saranno disponibili a rispondere a queste e altre domande sabato 19 ottobre nell’Aula Montini dell’ospedale dalle ore 9 alle 12.