SALO’ – Una canzone in stile rap per salvare il lago di Garda

0

Il Garda sta morendo, l’Italia dei disastri c’è sempre dentro” cantano i ragazzi della IV G del Liceo Fermi di Salò. “E’ grave, siamo tutti sul lastrico, se non cambiamo lo scenario apocalittico. Una sola cosa dobbiamo imporci: son riserve d’acqua e non vasche per i porci. Ci dobbiamo preparare, predisporre, a questo scenario ci dobbiamo opporre” sono le sagge parole dei giovani cantanti.

salòA questo proposito è bene specificare che il bacino benacense rappresenta, oltre che un importante sito ambientale, anche una rinomata meta turistica nazionale e internazionale, con circa 70 mila posti letto e oltre 6 milioni di turisti sulla sola sponda lombarda. Tenendo conto di questi numeri, oltre che di un costante incremento demografico, si riscontra la necessità di potenziare e modernizzare l’attuale sistema di collettamento e depurazione. Ma ciò non è sufficiente: si rende pure necessaria una ferma opposizione alla speculazione edilizia ed alle mostruosità ecologiche che troppo facilmente hanno depredato un territorio fino a vent’anni fa davvero incantato.

Con questo rap, i nostri “gnari” si sono aggiudicati il primo premio nella categoria “senior High School” del contest internazionale promosso nell’ambito Eulakes, progetto finanziato dalla Comunità Europea e coordinato dalla Comunità del Garda. Quest’appello in musica cercherà ora di far breccia in coloro che sono deputati a prendere decisioni in nome della collettività, perché – come detto nella canzone – “La natura ci ha fatto un regalo, ma attenzione, siamo noi che lo sprechiamo”.