GARDA – Il lago è inquinato dalla plastica, studio tedesco

0

Sono giunte nei giorni scorsi le conclusioni di uno studio tedesco condotto dal gruppo coordinato da Christian Laforsch dell’Università di Bayreuth, che ha scoperto la presenza nel lago di Garda di microplastiche che potrebbero già essere entrate nella catena alimentare di molte specie del lago, compresi gli invertebrati. Il tutto è stato pubblicato sulla rivista ‘Current Biology’, dove si legge che il numero di particelle trovate nel lago è equivalente a quello degli ambienti marini. Esse sono il risultato della degradazione di pezzi di plastica più grandi, molto probabilmente spazzatura gettata nel lago.

Nico Salmaso dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige Fondazione Mach, che da anni studia l’eutrofizzazione del lago di Garda, s’è detto preoccupato per la situazione. In particolare, si teme che i frammenti plastici siano già stati ingeriti dagli organismi che vivono nel lago, con la conseguenza che la plastica potrebbe già essere entrata nella catena alimentare. Molti prodotti plastici sono cancerogeni o tossici per il sistema endocrino delle specie che lo ingeriscono.