VALCAMONICA – Karate, dopo Cretti anche Poetini verso il sogno azzurro

0

Omar Poetini, con il suo quinto posto, acquisisce i 4 punti necessari a passare da terzo a secondo nel Ranking Giovanile Nazionale e quindi al prossimo seminario nazionale potrà giocarsi la chance per un posto azzurro. Stavolta niente medaglie per i sei atleti della Master Rapid SKF, ma la soddisfazione di aver vissuto un’altra esperienza nazionale che l’anno prossimo vedrà gli atleti dei maestri Maffolini, Zanotti e Landi, tutti classe 1997, poter competere contro i 1998 e quindi con maggiori chance di successo.

Il maestro Francesco Maffolini e Omar Poetini
Il maestro Francesco Maffolini e Omar Poetini

Moreschi Susi e Ivan Bottò pagano l’emozione e nonostante un buon karate devono cedere alla maggiore incisività degli avversari. Janet Allioni, al rientro da un periodo forzato di stop dovuto a piccoli ma fastidiosi problemi di salute, paga lo scotto della lontananza da gare così importanti e deve cedere per valutazione tecnica a bandierine al primo incontro. Pierpaolo Bonalda e Sveva Delvecchio vendono cara la pelle, infatti vincono i primi due incontri e perdono di misura al terzo lasciando comunque un ricordo positivo della propria partecipazione.

Un insieme di ripescaggi poco fortunati non consentirà loro di poter accedere al recupero per l’assegnazione della medaglia di bronzo. Meglio è andata all’atleta Omar Poetini che al Centro Olimpico di Ostia Lido a Roma, nella due giorni di gare, ha sfiorato di un soffio il podio ottenendo un quinto posto che in prospettiva convocazioni mondiali vale 4 punti. L’atleta di Sellero classe 1997 era in una categoria difficile che consentiva la partecipazione anche ai nati nel 1996, nonostante il gup d’età Poetini inanella due vittorie che gli permettono di arrivare in finale di pool, soprattutto dopo aver superato Goglio dell’Olimpia Treviolo diretto concorrente nel ranking.

Poetini poi cederà sia in finale di pool che nella finale per il bronzo ma rimarrà un quinto posto che li consente di incamerare quei quattro punti importanti in prospettiva di convocazione mondiale. A questo punto il Ranking nazionale dei 57 kg WKF Cadets recita così: 1° Pinto 36 punti, 2° Poetini con 28 punti e 3° Goglio con 24,50 e al prossimo raduno nazionale dovrebbero convocare solo i primi due e quindi si promettono scintille per un Poetini che ha già dimostrato in gara e in allenamento la sua superiorità in quella categoria anche nei confronti di Pinto affrontato e battuto all’Open di Lignano al 1° turno.