LONATO – La Ciclovia del Benaco, 14 km di strada ai nastri di partenza

0

Sarà inaugurata Lunedì 7 ottobre dalla Provincia di Brescia (Assessorato Lavori pubblici), in collaborazione con il Comune di Lonato del Garda, la nuova “Ciclovia del Benaco”. Il taglio del nastro avverrà alle 15.30 nel parcheggio del cimitero di Lonato.

MINOLTA DIGITAL CAMERAIl progetto della “Ciclovia del Benaco, Lonato del Garda – Castiglione delle Stiviere”, che si snoda per 14 km, fa parte di un più ampio circuito di tracciati, riuniti nel Percorso integrato d’area intitolato “Il Garda bresciano – uno sguardo dalle mura antiche alle oasi naturali”. Si tratta di varie tratte che, collegate fra loro, creeranno un unico percorso che costeggerà la sponda occidentale del lago, partendo da Limone, Tremosine, Salò, la Valtenesi, fino a Lonato del Garda. Tramite il Comune confinante di Castiglione delle Stiviere, ci si potrà connettere al territorio mantovano ed alla la loro rete ciclabile.

Il percorso inizia nella località Barcuzzi di Lonato, dove incrocia la ciclabile provinciale di Rezzato-Desenzano e finisce alla Fornace dei Gorghi, in cui si trova il Museo archeologico della fornace romana. Lungo il cammino si costeggia il territorio di Castiglione, con la frazione lonatese di Esenta, per circa 14 km di lunghezza totali.

Lungo il percorso si può entrare in contatto con strutture ricettive del posto, come bar-ristoranti e agriturismi, oltre che con opere architettoniche come chiese, pievi e monumenti vari. La pista si sviluppa sia in sede promiscua (pedonale e carrabile) in cui bisogna porre un’attenzione maggiore, sia in sede propria dedicata al solo passaggio ciclabile. L’apposita segnaletica indica i punti di maggiore prudenza. I ciclisti potranno pedalare su strade esistenti, per cui si troveranno ad attraversare tratti asfaltati e vie sterrate, sempre seguendo la cartellonistica.

Proprio la sicurezza, fermo restando l’indubbio valore dell’opera, è l’ambito che necessita di qualche investimento ulteriore. Gli “occhi di gatto”, cui sono stati da poco aggiunti dei coni stradali di tipo flessibile, concorrono a meglio delimitare un tratto di ciclovia, in località Barcuzzi, fino a pochi mesi fa impropriamente usato come “corsia di sorpasso” . Tuttavia, non mettono al riparo il ciclista da eventuali sbandamenti o manovre azzardate degli automobilisti in un tratto molto trafficato.

L’opera, del valore complessivo di 762mila euro, cofinanziata con fondi della Regione Lombardia, è stata realizzata dall’Assessorato ai Lavori pubblici della Provincia di Brescia, in attuazione a un accordo di programma con il Comune di Lonato del Garda.