ISEO – “Li ho partoriti io”: si attende esame del medico legale

0

L’udienza che si è svolta ieri presso il tribunale di Brescia in merito all’accusa ai due coniugi di aver avuto i loro figli tramite una madre in affitto è stata aggiornata al 26 novembre prossimo.download

I due genitori, residenti ad Iseo, si sono difesi ieri in tribunale, i loro figli, due gemelli hanno lo stesso Dna del padre, ma non lo stesso  della madre, per questo motivo  l’accusa sostiene che siano stati partoriti da un’altra donna a Kiev, per il Pm si tratta dunque  di alterazione dello stato civile.

La madre si difende dicendo di possedere ancora la cicatrice del taglio cesareo, inoltre spiega la questione del Dna dicendo di essersi sottoposta a ovodonazione.

In attesa della prossima udienza il medico legale è incaricato di effettuare delle analisi sulla madre, verificando che ci sia il taglio e se si, è da verificare a che periodo risale la cicatrice.

Per l’accusa sono da chiarire anche altri punti di questa vicenda, per esempio, il fatto che dai conti dei due coniugi è registrato un bonifico di 5mila euro indirizzato in Ucraina,inoltre, la donna non ha dichiarato dove è stata effettuata l’inseminazione eterologa e in quale ospedale di Kiev ha partorito.