GAMBARA – Fiaccole e palloncini bianchi per ricordare Marilia

0

Circa 500 persone, praticamente quasi tutti gli abitanti di Gambara si sono raccolti domenica sera per ricordare  Marilia Rodrigues Silva Martins, uccisa il 30 agosto.

marilia processioneNonostante la numerosa folla regnava nel paese un silenzio composto, ricco di significati, centinaia candele accese lungo il percorso a testimonianza della solidarietà dei compaesani verso Marilia e la sua famiglia. Partita da piazzetta Avis la processione ha percorso via Garibaldi e raggiunto via Veronica Gambara, dove si trova l’appartamento dell’omicidio della ragazza.

 In quel punto, una breve sosta, giusto il tempo di deporre un mazzo di fiori e lasciar volare in aria dei palloncini bianchi, e poi il corteo, con in testa il sindaco del paese, Tiziana Panigara, affiancata dai primi cittadini di Fiesse, Isorella, Remedello, Pralboino, Milzano e Gottolengo, ha continuato la sua processione alla volta del Santuario della Madonna della Neve dove la comunità, guidata dalle parole di don Luciano Macchina, si è raccolta in preghiera e ricordato tutte le donne vittima di violenza.
«Stasera sono qui tanti sindaci – ha detto Panigara – per vicinanza ai cittadini di Gambara ma anche per dire che un evento di questo tipo poteva capitare dovunque. E’ importante poi – conclude – che stasera ci siano tanti giovani». La processione è quindi ripartita.