DARFO – Una nuova misura anticrisi: calano Imu e Tares

0

In un periodo economico difficile come quello attuale, in cui le famiglie fanno sempre più fatica a garantirsi il sostentamento, il Comune di Darfo ha deciso di adottare una politica anticrisi, ricalibrando le imposte che i cittadini dovranno versare le prossime settimane.

imagesIn modo particolare, l’assessore al bilancio Osvaldo Benedetti ha spiegato che l’amministrazione comunale, consapevole delle problematiche in corso in materia di tributi, ha deciso di confermare le aliquote Imu del 2013, senza alcun rialzo, introducendo al contrario un ribasso per i commercianti. Non solo: anche il servizio ambientale offerto dal Comune non determinerà in incremento della pressione fiscale per i cittadini e sono state introdotte semplificazioni nelle procedure di pagamento. Entro fine settembre infatti dovrà essere pagato un acconto del 50% dell’imposta sui rifiuti ma l’imposta peserà sulle famiglie meno di analoghi tributi del 2011 e del 2012.

Il Comune di Darfo ha deciso quindi di porsi in netta controtendenza rispetto a quanto sta accadendo nella maggior parte dei Comuni italiani che, spinti dall’esigenza di far cassa, stanno incrementando la pressione fiscale che grava sui cittadini. Benedetti ha concluso nel senso che la scelta adottata dall’amministrazione comunale, pur non essendo tale da riuscire a sollevare bilanci familiari difficili, contribuirà a costruire un percorso di efficienza e di attenzione verso tutti i cittadini, dimostrando che amministrare significa guardare al bene della comunità tutto. Un esempio di buona amministrazione che si spera venga preso in considerazione anche negli altri Comuni italiani.