CROAZIA – Kopecky e Dresler (Skoda) vincono davanti a Jean Todt

0

Jan Kopecky e Pavel Dresler, neo campioni d’Europa 2013 con la loro Skoda Fabia S2000, hanno vinto il 40° Croatia Rally di cui avevano preso il comando già nella parte conclusiva della prima tappa. Alle loro spalle, nell’ordine, Andreas Aigner-Barbara Watzl (Subaru Impreza R4) e Hermann Gassner jr-Ursula Mayrhofer (Mitsubishi Lancer R4) che hanno dato vita nella seconda tappa a un serrato duello per il posto d’onore e per il successo fra le vetture Produzione.

Podio del Croatia Rally
Podio del Croatia Rally

L’austriaco con la Subaru, balzato sabato in testa sotto la pioggia scavalcando il croato Juraj Sebalj (vincitore della prova spettacolo di giovedì sera e costretto poi al ritiro da una uscita di strada quando era quinto assoluto e primo dei piloti croati), ha prima resistito all’attacco del tedesco che gli era arrivato a meno di un secondo e poi ha riconquistato un minimo e decisivo vantaggio. Quarto posto per la coppia belga Peter Tsjoen-Bernd Casier (Skoda Fabia S2000), che si sono alternati alla guida. Tsjoen ha firmato anche il miglior tempo assoluto nella prova speciale conclusiva.

Jean Todt ospite alla gara
Jean Todt ospite alla gara

Il bilancio dei migliori tempi di prova speciale vede otto successi di Kopecky, due ciascuno per Tsjoen e Aigner, uno per Sebalj ed uno assegnato ad un poker di piloti (Kopecky, Tsjoen, Aigner e Gassner) per tempo imposto. Quinta posizione per i sudafricani Henk Lategan-Barry White (Skoda Fabia S2000). Molly Taylor, che corre in coppia con Sebastian Marshall con la Citroen Ds3 R3T con i colori United Business, con il rocambolesco secondo posto di categoria si è assicurata la vittoria anticipata del Ladies Trophy europeo dopo aver rischiato due volte il ritiro: prima per lo svenimento a fine prova causato da i vapori di benzina in abitacolo e poi per una toccata.

Il successo di gara fra le due ruote motrici è andato agli sloveni Aleks Humar-Florjan Rus (Renault Clio R3), settimi assoluti, che hanno preceduto gli ungheresi Zoltan Bessenyey-Yulianna Nyirfas (Honda Civic R3) che con questo risultato si avvicinano alla conquista della 2WD Cup europea che comandano con ampio vantaggio. Daniele Saskin-Damir Brunen (Ford Fiesta Rrc) con il loro ottavo posto sono l’equipaggio croato meglio piazzato in un rally che ha avuto il record stagionale di piloti stranieri (di tre continenti). Il rally ha avuto anche come ospite il presidente della FIA Jean Todt, che accompagnato da Zrinko Gregurek, segretario generale della CCKF e componente del FIA World Motorsport Council, si è complimentato con lo staff organizzativo della gara e il suo promoter Pierfelice Liberali.

Classifica finale
1 Kopecky-Dressler (Skoda Fabia S2000) in 2h23’11“0;
2 Aigner-Watzl (Subaru Impreza R4) a 1’55“6;
3 Gassner jr-Mayrhofer (Mitsubishi Lancer R4) a 2’09“8;
4 Tsjoen-Casier (Skoda Fabia S2000) a 2’54“3;
5 Lategan-White (Skoda Fabia S2000) a 4’04“6;
6 Hadik-Kertesz (Subaru Impreza R4) a 6’49“0;
7 Humar-Rus (Renault Clio R3) a 6’59“5;
8 Saskin-Bruner (Ford Fiesta Rrc) a 7’58“8;
9 Trcek-Oslaj (Mitsubishi Lancer N4) a 9’52“3;
10 Bessenyey-Nyirfas (Honda Civic R3) a 10’06“5;

Classifiche non ufficiali campionato europeo (dopo gara 10 di 12)

Assoluta
1 Kopecky 287 punti (campione d’Europa 2013), 2 Bouffier 129, 3 Breen 121, 4 Delecour 75, 5 Aigner 56, 6 Kajetanowicz 50, 7 Pech 49, 8 Ketomaa 39, 9 Loix 37.

Produzione: 1 Aigner 138 punti, 2. Orsak 117, 3 Bonnefis 95.

2WD: 1 Bessenyey 147 punti, 2 Lukacs 75, 3 Chentre 67.

Ladies trophy: Taylor 14 punti (12 utili, vincitrice del ERC Ladies Trophy), 2 Stratieva 12 (9 utili), 3 Zupanc e Debackere.