GARGNANO – La Children chiude la stagione estiva al Circolo Vela

0

L’8a Childrenwindcup chiuderà il “settembre in regata” del Circolo Vela Gargnano. In verità è stato un mese e mezzo di gare, eventi tecnicamente importanti, affollati come le 240 imbarcazioni della classe Laser che hanno partecipato alla “Italia Cup” della scorsa settimana, manifestazione che il CV Gargnano ha promosso con Assolaser Italia e la struttura logistica  Univela di Campione, gli spazi che ospitano anche il Centro di Preparazione Olimpica, la Coverciano degli sport acquatici.

62 CENTOMIGLIA 2012L’appuntamento con la “Children”, promossa con l’Abe (Associazione Bambino Emopatico)  coincide, così, se non con il traguardo conclusivo, almeno con la prima parte dell’annata agonistico-organizzativa, che grazie alla sue numerose collaborazione coincide un po’ con quello che è accaduto nel mondo della vela dei laghi della provincia di Brescia e della Lombardia. L’esempio, più calzante, è il progetto “Garda-Sebino”, i giovani Under 16 del barchino del doppio “Rs Feva”. Dopo il titolo Mondiale meritato nel 2012, la squadretta trans-lacustre ha saputo offrire una nuova grande stagione. A Marina di Grosseto ha partecipato alla nuova corsa all’iride . Grazie a Andrea Francesca Dall’Ora (che correva con la timoniera del lago d’Iseo Margherita Porro) ha conquistato il titolo tra le ragazze, mentre 4° assoluto si è piazzato l’equipaggio composto dai due campioni mondiali uscenti, Leo Stocchero (CVT Maderno) e Gianluca Virgenti (CV Gargnano). I piccoli dell’Optimist hanno vinto moltissimo con Giovanni Sandrini e ottenuto piazzamenti incoraggianti con i giovanissimi fratelli Chimini e Bartoli, altri posti d’onore un po’ per tutti gli altri nelle regate di “Cadetti” e “Junior”; qui con la squadra del “Bio Team” che vede la collaborazione con il Circolo Vela di Toscolano-Maderno. I fratelli Marco e Paolo Cavallini hanno vinto il più affollato tricolore per le classi monotipo del lago, quello del Protagonist, magistralmente organizzato nel golfo salodiano dalla Canottieri Garda e dallo Yacht Club di Bergamo. Il timoniere Marco Schirato ha conquistato un bel 7° posto alla tappa di Torbole del Circuito Europeo del monotipo Melges 24.

Nelle acque di casa si è disputato il Campionato Italiano dell’Asso 99 vinto del team di Gargnano comandato da Pier Giorgio Zamboni e Pierlui Omboni. Quest’ultimo si era già laureato Campione  Nazionale dell’Ordine degli Ingegneri. E gli “Ingegneri” di Brescia (e di Gargnano) sono stati i migliori d’Italia…in barca a vela. Il team  comandato da Omboni ha infatti vinto con altri bravi velisti lacustri come Gianluca Bresciani, Alessandro Ronchi (tricolore anche con il bel monotipo dell’Ufo 22), Massimiliano Manzini e Ghepard Rizzato. La barca di Brescia ha preceduto gli eterni rivali (in ambito sportivo più in generale) di Bergamo con lo skipper Giovanni Balducci. Sul piano organizzativo a Gargnano si sono poi disputati in questo 2013 il tricolore delle “Access Class” (le barche accessibili per chi ha problemi motori), il tricolore Dolphin e Asso 99, la Euro Cup Master dei Laser presso la base logistica di Univela a Campione del Garda, l’Europeo Fun e nuovamente a Campione la Italia Cup, sempre per il singolo Laser. Questa serie infinita di manifestazioni che confermano, al di là di qualche immancabile critica, la grande passione che aleggia e anima l’attività del Circolo Vela Gargnano.