GARDA – Impianti fognari: un progetto da 180 mln

0

La tutela ecologica del lago di Garda è stata trascurata ormai da troppo tempo ed ora le aziende di settore veronesi e bresciane stanno cercando una soluzione congiunta che consenta di riqualificare il collettore sublacuale del Benaco e la depurazione dei reflui fognari. Si tratta di un piano di intervento che richiede un investimento di ben 180 mln di euro, sul quale si sta ragionando in termini progettuali. In modo particolare il progetto prevede il posizionamento di nuove tubazioni per 75 km e il trattamento dei reflui nel depuratore appositamente ricostituito di Visano, eliminando la condotta sublacuale di Toscolano. Desenzano e Sirmione rimarrebbero collegati all’attuale depuratore veronese di Peschiera. Il progetto è stato inviato in Regione e si spera di poter ricevere qualche fondo dall’Unione Europea.