LUMEZZANE – 50 anni di Rugby Lumezzane, la nuova stagione riparte dalla B

0

Sono passati cinquant’anni da quel 1964 quando il professor Bruno Menta, in una sera dedicata ai consueti incontri culturali in parrocchia, propose a un gruppo di ragazzi un nuovo gioco che usciva dagli schemi usuali del calcio per aprire prospettive e curiosità che subito si adattarono alla veemenza, alla tenacia ma soprattutto alla generosità dell’animo lumezzanese e da subito quei ragazzi divennero una squadra. Era la pietra fondante del Rugby Lumezzane, oggi presieduto da Ottorino Bugatti, che si prepara ad affrontare una nuova stagione sportiva in serie B dopo la tanto voluta e conquistata promozione dalla serie C. E proprio quest’ultimo evento fa parte della storia recente maturata dopo un solo anno di purgatorio nel campionato di categoria inferiore giocato e vinto nelle ultime giornate per il merito e la qualità tecnica dimostrata dagli incontri con validi avversari.

Promozione in serie B
Promozione in serie B

In questi 50 anni di storia sportiva sono stati circa mille gli atleti che hanno vestito la maglia del rugby valgobbino, da Salvatore Bonetti poi diventato capitano della nazionale, ai gemelli Luca e Marco Ghidini nazionali giovanile e molti altri, tra cui anche la “bandiera” Ottorino Bugatti. Cinque decenni di Rugby Lumezzane non solo come impegno societario, ma anche nello sport locale con l’Unione Associazioni Sportive Lumezzanesi e la continua ricerca di portare lo sport nelle scuole tramite il “Progetto Scuola” promosso e gestito dal Rugby Junior. E sabato 28 settembre, dalle ore 15,30 nella galleria del Centro Commerciale Arcadia di via San Nicola da Tolentino, a Pieve, come tradizione si scriverà un altro pezzo di storia in occasione della presentazione ufficiale ai tifosi, sponsor e alla stampa delle squadre che affronteranno la stagione 2013-14.

Si parla, appunto, di squadre al plurale perchè la società conta la prima compagine di Michael Gosling, ma anche le giovanili Under 8, 10, 12, 14, 16 e 18. Le due principali novità di questa stagione sono la nascita dell’Under 16 femminile, prima squadra del genere esistente in provincia di Brescia e il fatto che gli Under 18 indosseranno la maglia dell’Ospitaletto in virtù di un accordo con la società locale e il Gussago per creare nuove sinergie e dare ai giovani valgobbini gli spazi dove giocare ed esprimersi al meglio. E se gli atleti verranno svelati al pubblico solo sabato, sembra essere già chiaro che tipo di campionato dovrà essere per la prima squadra. “L’obiettivo è quello di disputare un campionato di vertice per poter accedere alle finali per la serie A e fare il nuovo e impegnativo salto di categoria – dice senza mezzi termini il presidente Bugatti.- Alcuni provvedimenti presi nel campionato appena trascorso e nel periodo di vacanza possono sembrare eccessivi per la nostra categoria, ma sono invece in linea con le aspettative per il futuro del nostro club.

Tutto questo si fa perchè riteniamo che sia maturo il tempo e che possiamo essere in grado di sostenere questa sfida che si allinea alla gloriosa storia della nostra comunità e quella delle valli contigue. Fra gli interventi operati per rimarcare ancora di più i nostri sforzi  – conclude – ci siamo attivati per avere una partnership con due sponsor tecnici come Adidas e la Sixtus Italia”. L’ultima novità, in realtà una tradizione, è il cambiamento dello staff dirigenziale che viene compiuto ogni anno. Ottorino Bugatti resta a capo della società con il vice Antonio Salvinelli, Luciano Cropelli direttore sportivo, il medico sociale Francesco Spagnolo e il confermato allenatore della prima squadra Michael Gosling che sarà anche direttore tecnico e coordinatore degli altri mister.