MONTIRONE – Fumo e odori per il rogo nell’ex fabbrica, ma nessun pericolo

0

Uno stabile abbandonato dal 2007 ha preso fuoco, sabato sera a Montirone.

vigili_del_fuoco_Le fiamme, quasi sicuramente di origine dolosa, sono divampate e cresciute in pochissimi minuti grazie soprattutto ai rifiuti industriali e agli scarti di lavorazione galvanica lasciati nello stabile di via Borgosatollo. In qualche ora, i vigili del fuoco accorsi sul luogo sono riusciti a spegnere l’incendio, che ha però ripreso vigore durante la mattinata di domenica, attorno alle 7. Quindi il lavoro di spegnimento e di “smassamento” dei materiali pericolosi si è protratto fino a domenica sera, facendo addirittura un ferito: un vigile rimasto lievemente ustionato per via delle temperature elevatissime. Sul posto sono accorsi anche membri Asl e Arpa preoccupati per l’alta colonna di fumo bianco che per ore si è levata sopra la fabbrica, e per l’odore forte che hanno fatto subito pensare a possibili conseguenze ambientali.

I tecnici Arpa, insieme alla ditta Borgo spurghi, sono intervenuti sulle acque di spegnimento dell’incendio, riuscendo a evitarne l’immissione nel terreno e nella falda. Sono state effettuate anche rilevazioni sulla aria che non hanno evidenziato nulla di preoccupante. Infatti come ha dichiarato il direttore dell’Arpa di Brescia, la situazione è sotto controllo. Ovviamente gli accertamenti continueranno, così come le discussioni riguardo alla bonifica delle aree dismesse, che ammontano a più di 2mila metri quadrati.