RODENGO SAIANO – Lavori per collettore sospesi: ritrovati resti romani

0

Il collettore fognario del Gandovere che dovrebbe collegare Ome e Lograto, è in stand by.

Durante gli scavi per la realizzazione, in via Ponte Cingoli a Rodengo è stata ritrovata a tre metri di profondità una struttura di pietre squadrate che dovrebbe risalire ad una strada romana del III secolo dopo Cristo.images

La zona è molto ricca di reperti antichi, romani e medievali, nei pressi sono stati infatti scoperti cippi di marmo del I secolo e una necropoli dell’alto medioevo del VII secolo.

La strada romana a cui apparterrebbe la struttura ritrovata doveva collegare Brixia, Erbusco e proseguire fino a Bergamo e Milano, la tecnica romana, prevedeva infatti la costruzione fornendosi di pietre squadrate.

La soprintendenza dopo la scoperta ha bloccato i lavori del collettore e si ipotizza uno spostamento verso l’argine, i resti sono stati ritrovati a pochi metri dal torrente Gandovere, nella zona accanto all’argine non dovrebbero esserci altri reperti.

La struttura ritrovata ora attende di essere analizzata e conservata.