DESENZANO – Lega: troppi africani nel Comune, scoppia la polemica

0

La diatriba tra il primo cittadino di Desenzano del Garda ed il consigliere del Carroccio Rino Polloni sembra destinata a perdurare: nei giorni scorsi, infatti, il consigliere leghista ha depositato un’interrogazione avente ad oggetto la consistente presenza di cittadini di origini nordafricane che, secondo Polloni, avrebbero portato scompiglio nella capitale del Garda.

LegaIn particolare, nel documento vengono menzionati una serie di episodi ricondotti ad una gang di africani e secondo Polloni gli illeciti commessi sarebbero i più disparati. La lega sottolinea quindi lo sproporzionato aumento di nordafricani, definendolo come un fenomeno incontrollato e incontrollabile. Alla luce di ciò, chiede al sindaco Leso, che ha recentemente dichiarato, per il caso di Dolce & Gabbana, che le regole valgono per tutti, di adottare provvedimenti urgenti al fine di garantire la sicurezza di residenti e turisti.

L’interrogazione non è piaciuta alla prima cittadina che, a suo parere, deriverebbe da una ingiustificata “sindrome dell’uomo nero amplificata ad arte”. “Siamo all’esasperazione dei toni, alla strumentalizzazione, oserei dire alla mistificazione, senza parlare del danno d’immagine». Queste le parole di Rosa Leso, che ha concluso affermando che  se non ci sono clandestini, se si osservano i regolamenti chiunque, bianco, rosso o nero può accedere alla spiaggia libera che è oggetto di periodici controlli da parte di Polizia locale e Carabinieri.