CASTREZZATO – Ieri i funerali dei fratelli Lupatini: uniti nella vita e nella morte

0

Si è tenuto ieri, nella chiesa parrocchiale di Castrezzato il funerale dei fratelli Lupatini, Toni e Cisio, morti a meno di 30 ore di distanza l’uno dall’altro.

castrezzatoUn legame forte e indissolubile quello che legava i due fratelli, che dopo aver passato una vita insieme, si sono trovati a condividere anche quest’ultimo passaggio obbligato. Antonio, detto Toni, classe 1933 è morto sabato alle 4, per via di una malattia che da tempo lo tormentava. Bernardo, detto Cisio, di 5 anni più giovane ha appreso solo domenica mattina della morte del fratello, e si è immediatamente recato alla camera ardente di via Volta per l’ultimo saluto. Dopo aver fatto visita a Toni, Cisio è tronato alla casa di riposo in cui alloggiava da un anno. Per via di una malattia infantile che lo aveva colpito al cervello, Cisio aveva bisogno di cure e attenzioni costanti che il fratello maggiore malato in quest’ultimo periodo faticava a garantirgli. Ed è proprio qui che Cisio è stato colto da un malore, che in poco tempo lo ha riavvicinato al fratello.

Gli abitanti di Castrezzato si sono riuniti ieri per dare l’ultimo saluto ai Lupatini, che cresciuti al «Löc del railì», zona centrale di Castrezzato, erano molto conosciuti in paese. Toni si era sempre dimostrato attento al prossimo e sensibile per quanto riguarda le opere solidali: ha militato nella locale sezione dell’Avis per ben 38 anni, compiendo oltre 75 donazioni e ricevendo la fronda d’oro, è stato membro del Cosp (Centro operativo soccorso pubblico) e volontario sociale. Inoltre si era dedicato all’aiuto internazionale, partecipando alla ricostruzione di scuole e di strutture mediche a Salvador de Bahia, in Brasile, con un gruppo di volontari di Castrezzato e promuovendo la raccolta di generi alimentari per la missione del compaesano padre Sergio Targa, impegnato in Polonia.

Anche Cisio era conosciuto in paese e dintorni: chiunque in paese poteva vederlo ogni giorno recarsi a messe e poi in sella alla sia bicicletta per le vie del centro.