BRESCIA – Confartigianato: calano auto (-22,8%) e chi le ripara

0

“Purtroppo il mercato dell’auto è stato tra quelli che maggiormente hanno risentito dei duri colpi inflitti dalla crisi. A Brescia tra il 2011 e il 2012: -22,8% di immatricolazioni. Leggendo i dati riportati nel focus, è però possibile cogliere anche alcune informazioni positive, come l’aumento costante di autovetture con alimentazione ‘alternativa’ che porterà nel tempo al costituirsi di un parco macchine circolante sempre più efficiente dal punto di vista energetico e a minor impatto ambientale”.

Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Brescia
Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Brescia

Commenta così Eugenio Massetti, presidente della Confartigianato di Brescia, il focus sulla filiera auto e moto realizzato in occasione della 31esima edizione del premio Confartigianato Motori, manifestazione nata a fianco del Gran Premio di Monza e volta a sottolineare la stretta connessione fra l’apice tecnologico e sportivo della F1 e il mondo dell’autoriparazione e dell’artigianato rivolto alla mobilità, dall’Osservatorio MPI di Confartigianato Lombardia.

A Brescia nel lungo periodo 2009 – 2° trimestre 2013 si contano 33 imprese artigiane di autoriparazioni in meno con un calo del -1,9%. Un centinaio gli addetti in meno.

FOCUS SUL SISTEMA AUTO LOMBARDO