SERINA (TN) – Bonus bebè: anche i cittadini stranieri possono usufruirne

0

“Per tutelare e garantire i cittadini serinesi ma anche rispettare la normativa e al tempo stesso evitare che qualcuno possa approfittarne, abbiamo deciso di innalzare a cinque anni la residenza minima che almeno uno dei genitori del nuovo nato deve avere nel nostro Comune e tolto l’obbligatorietà della cittadinanza italiana”.download (1)

Queste sono le parole che il sindaco Giovanni Fattori ha pronunciato in merito alla nuova normativa, approvata nel Consiglio comunale di Serina, riguardante il bonus bebè.

La residenza minima di uno dei due genitori stranieri del nuovo nato deve essere da due a cinque anni, il contributo per i bambini nati nel 2013 sarà di 520 euro.

Questa variazione è dovuta al ricorso fatto presso il tribunale da parte dell’ Associazione studi giuridici sull’immigrazione (Asgi) e la cooperativa sociale Ruah di Bergamo, in quanto ritenevano che chiedere la cittadinanza come requisito per poter usufruire del bonus fosse discriminatorio, inoltre: “le prestazioni degli enti pubblici debbono essere erogate indipendentemente dalla nazionalità del richiedente”.