MILANO – Cani, guinzaglio in città e no aggressivi ai condannati

0

Più tutele per la collettività da eventuali aggressioni da parte degli animali, più responsabilità per i proprietari dei cani e stop a una moda per i delinquenti.

CaniArriva, infatti, sulla Gazzetta Ufficiale 209/13 l’ordinanza del ministero della Salute che dispone nuove regole per i proprietari del caro fido. Secondo quanto è indicato nel provvedimento, viene stabilito l’obbligo del guinzaglio in città che può essere lungo al massimo un metro e mezzo.

Prevista l’eventualità della museruola. Una delle novità importanti, secondo Giovanni D’Agata fondatore dello Sportello dei Diritti, al di là di una serie di misure di buon senso contenute nell’ordinanza, consiste nell’aver dato un duro colpo a quella che era divenuta da anni una tendenza: basta cani aggressivi tipo pitbull ai delinquenti abituali e ai pregiudicati “per delitto non colposo contro la persona o contro il  patrimonio, punibile con la reclusione superiore a due anni”.