TRENTO – Bando del premio “Conciliazione vita/lavoro” per l’anno 2013

0

Approvato dalla Giunta provinciale, su proposta dell’assessore alle pari opportunità Lia Giovanazzi Beltrami,  il bando 2013 del premio “Conciliazione vita-lavoro”.

Vita LavoroIl premio si propone di premiare enti pubblici o aziende che abbiano realizzato buone iniziative per favorire l’occupazione femminile attraverso un’attenzione specifica e concreta alla conciliazione dei tempi del lavoro retribuito con quello del lavoro di cura. Sono previste due graduatorie, una per soggetti pubblici e l’altra per soggetti privati, con tre premiati per ogni graduatoria, e per complessivi 12.000 euro. I vincitori saranno premiati in occasione del Festival della famiglia previsto a dicembre 2013. La domande devono essere presentate entro venerdì 27 settembre 2013 ed il modello di domanda può essere scaricato dal sito www.pariopportunita.provincia.tn.it o sul sito istituzionale www.modulistica.provincia.tn.it. Le domande di partecipazione al Premio possono essere presentate nelle seguenti modalità:

– a mano, entro le ore 12.00 di venerdì 27 settembre 2013 all’Ufficio per le politiche di pari opportunità e conciliazione vita e lavoro o presso gli sportelli periferici di assistenza e informazione al pubblico entro le ore 12.00 dell’ultimo giorno disponibile;
– a mezzo posta, unicamente mediante raccomandata con avviso di ricevimento e solo in questo caso, ai fini dell’ammissione, fa fede il timbro dell’ufficio postale accettante o, se corriere, il timbro apposto dal vettore;
– a mezzo fax al n. 0461 493218;
– tramite posta elettronica all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) della struttura competente in materia di politiche di pari opportunità e conciliazione vita-lavoro (posta certificata: agenziafamiglia@pec.provincia.tn.it, nel rispetto delle regole tecniche contenute nel codice dell’amministrazione digitale e negli atti attuativi del medesimo.

Chi può presentare domanda per partecipare al Premio Conciliazione vita-lavoro?  Soggetti pubblici e soggetti privati ad esclusione delle persone fisiche che abbiano la propria sede legale o operativa nel territorio della provincia di Trento e che abbiano attivato al proprio interno azioni rivolte ai/alle propri/e lavoratori/trici con la finalità di promuovere la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro per la promozione del lavoro femminile.

Quali iniziative sono finanziabili? Ai fini dell’attribuzione del Premio sono prese in considerazione le azioni che al momento della presentazione della domanda sono in corso o sono adottate stabilmente dall’organizzazione e che vanno ad agire, a titolo esemplificativo, in uno dei seguenti ambiti di riferimento: organizzazione del lavoro, cultura della conciliazione, comunicazione, benefit e servizi, nuove tecnologie.

Il Premio viene assegnato ai primi tre classificati tra i soggetti pubblici e tra i soggetti privati: il primo classificato avrà diritto ad un premio di 3mila euro, il secondo di 2mila euro ed il terzo di mille. I vincitori saranno premiati in occasione del Festival della famiglia previsto a dicembre 2013.