LONATO – Abbattuti i cipressi del Parco delle Rimembranze

0

Update 6-9 h 13,05 L’amministrazione comunale di Lonato informa che nel Parco delle rimembranze è partita l’operazione di riqualificazione e presto saranno piantati 29 nuovi cipressi. Il parco era stato precedentemente ridotto per i lavori, condotti dal Comune lonatese con la Provincia di Brescia, per ampliare via Monico e realizzare la nuova rotatoria nei pressi del cimitero. I vecchi cipressi del parco, purtroppo ammalati, sono stati tagliati ed ora verranno sostituiti.

Oltre alla messa a dimora dei cipressi, precisa il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici Monica Zilioli, «è prevista anche la creazione di un vialetto e la sistemazione del basamento del monumento. Sarà dato maggiore risalto alla stele commemorativa e, a ricordo dei caduti della Prima guerra mondiale, porremo una targa a lato del monumento. La spesa che sosterremo per questi interventi ammonta a 40mila euro».

Per poter realizzare la nuova rotatoria s’era reso necessario espropriare una parte di terreno agricolo alla fondazione Ugo Da Como. Il rondò in entrata alla era stato spostato rispetto alla posizione precedente per «una scelta dettata da motivi di sicurezza – ribadisce Zilioli –, decisione che ha consentito, tramite una controstrada, di migliorare anche gli accessi al supermercato e alle altre attività commerciali. Tra le due rotatorie è stato posto uno spartitraffico rialzato sempre per garantire maggiore sicurezza e l’illuminazione è stata potenziata. Ora chiudiamo i lavori con la riqualificazione del Parco delle rimembranze, secondo il progetto approvato dalla Sopraintendenza per la tutela dei beni architettonici e paesaggistici».

 (05.09.2013, h 07.05) Di fronte al cimitero sono stati abbattuti numerosi cipressi. L’abbattimento rientra nel progetto comunale, approvato dalla Soprintendenza, di riqualifica del Parco delle Rimembranze istituito, come in diversi paesi d’Italia, per ricordare i caduti della prima guerra mondiale. Un cipresso per ogni caduto, questa era la regola di legge.

foto 3Piantare un albero era un atto pieno di significati, per dare un senso alla scomparsa prematura di migliaia di giovani soldati e trovare una ragione alla tragedia della guerra. I Parchi delle rimembranze sono luoghi della memoria civile, creati per mantenere vivo il ricordo dei caduti e celebrare la grandezza della Patria. A differenza dei cimiteri di guerra, che conservano le spoglie dei militari, gli alberi della rimembranza sono come tombe vuote, ma contemporaneamente vive. Testimoniano che la vita di quei soldati morti ha assunto un aspetto nuovo.

A tutti gli effetti i cipressi sono classificati come monumenti e pertanto sono soggetti a vincolo monumentale. Quello di Lonato aveva già subito un drastico ridimensionamento con la modifica della viabilità e la nuova rotatoria. Negli ultimi giorni sono state tagliate le piante con più di 90 anni, alcune delle quali ancora sane, mentre è prevista la sistemazione del terreno e dell’impianto d’irrigazione, la piantumazione di nuovi cipressi, la creazione di un camminamento ed il riposizionamento del cippo in onore dei caduti.