GAVARDO – Continuano le celebrazioni per il 90° del Gruppo Alpini

0

Proseguono le iniziative per il 90° anniversario del Gruppo Alpini Gavardo, di cui già vi abbiamo parlato la scorsa settimana nell’ambito dell’inaugurazione della mostra fotografica allestita per l’occasione e visitabile fino al 15 settembre 2013.

alp

Questa sera, venerdì 6 settembre, alle ore 20:30, presso la Chiesa di Santa Maria degli Angeli, avrà luogo il concerto del coro “La Faita” di Gavardo.

Più denso sarà invece il programma commemorativo di domani:

Ore 17: ricevimento presso il Municipio;

Ore 17.30: apertura ufficiale della manifestazione, con alzabandiera in Piazza Marconi e carosello della fanfara “Valchiese”. A seguire la sfilata per le vie del centro e la resa degli onori ai caduti, con la deposizione di corone d’alloro presso i principali monumenti;

Ore 20: concerto della fanfara “Valchiese”, presso il parco pubblico “M° Mario Baronchelli”.

I festeggiamenti raggiungeranno il picco domenica 8:

Ore 9.00: ammassamento;

Ore 10.00: sfilata per le vie di Gavardo fino alla chiesa di Santa Maria degli Angeli;

Ore 11.00: Santa Messa in ricordo di tutti gli alpini del Gruppo scomparsi;

Ore 13.00: pranzo ufficiale presso la sede del gruppo in località Monticello;

Ore 17.30: ammaina bandiera e chiusura di tutte le manifestazioni.

Non ci resta che riproporvi la “Preghiera dell’alpino”:

Su le nude rocce, sui perenni ghiacciai,

su ogni balza delle Alpi ove la provvidenza

ci ha posto a baluardo fedele delle nostre

contrade, noi, purificati dal dovere

pericolosamente compiuto,

eleviamo l’animo a Te, o Signore, che proteggi

le nostre mamme, le nostre spose,

i nostri figli e fratelli lontani, e

ci aiuti ad essere degni delle glorie

dei nostri avi.

Dio onnipotente, che governi tutti gli elementi,

salva noi, armati come siamo di fede e di amore.

Salvaci dal gelo implacabile, dai vortici della

tormenta, dall’impeto della valanga,

fa che il nostro piede posi sicuro

sulle creste vertiginose, su le diritte pareti,

oltre i crepacci insidiosi,

rendi forti le nostre armi contro chiunque

minacci la nostra Patria, la nostra Bandiera,

la nostra millenaria civiltà cristiana.

E Tu, Madre di Dio, candida più della neve,

Tu che hai conosciuto e raccolto

ogni sofferenza e ogni sacrificio

di tutti gli Alpini caduti,

tu che conosci e raccogli ogni anelito

e ogni speranza

di tutti gli Alpini vivi ed in armi.

Tu benedici e sorridi ai nostri Battaglioni

e ai nostri Gruppi.

Così sia.