GARGNANO – Centomiglia del Garda, la regata più affascinante in acqua dolce

0

A vent’anni dal record in Centomiglia di Giorgio Zuccoli saranno i  multiscafi (ma non solo) a cercare di migliorare le 6 ore e 5 minuti impiegati in quel 11 settembre del 1993 per girare da una parte all’altra del Garda. Un monocarena (progetto di Giovanni Ceccarelli), la “Rossa-Dimore”, che correva grazie ai grandi specialisti dei catamarani olimpici. Alla barra c’era Giorgio Zuccoli, alla tattica l’australiano Mitch Booth (oro e  argento alle Olimpiadi), alla randa Angelo Glisoni, più una serie di altri grandi marinai come Alberto Fantini,  prodiere  sul “Moro di Venezia”, i bresciani Allegri, Piacenza e Dominici. Zuccoli, Booth e Glisoni che mettono insieme, proprio con i multiscafi, qualcosa come 4 titoli mondiali, due medaglie olimpiche. Basta per legare a doppio filo la sfida che andrà in scena domani, sabato,  7 settembre.

GC32CowesWeek13213_620In Svezia  sono stati costruiti gli M 32 di Goran Marstrom che domenica scorsa con “Hagar 3” di Gregor Stimpfl (Yc Bolzano) hanno vinto la 50Miglia dei multiscafi del Gorla con il secondo posto di “Itelligence” dei fratelli tedeschi Sach. Ai due si aggiungeranno nella MultiCento (il Trofeo proprio dedicato a Giorgio Zuccoli che salperà alle 8 e 45 da Toscolano-Maderno) i Gc 32, altri multiscafi di 10 metri, derive a “banana” come si dice oggi, le stesse della spettacolare America’s Cup di San Francisco, quelle pinne in grado di fare il Foiling. Chissà se il “Peler” del Garda offrirà tutto questo. Chissà se il primato di Zuccoli  verrà attaccato, oltre che da queste super barche, tutte in gara nel Trofeo proprio intitolato a lui , anche dalla chiglia volante  di “Stravaganza”, alla nuova carenatura super leggera di “Clan Grock”, alla mezza chiglia “volante” dei tedeschi del lago di Costanza di “Wild Lady” o l’altrettanta leggerissima barca ungherese di “Raffica” che correranno nel traguardo del Trofeo conte Alessandro Bettoni dei monocarena. Le due  barche della flotta dei Gc32 saranno condotte dall’olimpico svizzero Flavio Marazzi e dal francese Laurent Lenne.  Il Gc 32 è tutto in carbonio. E’ stato costruito a Dubai dal cantiere Premier Composite. E’ lungo 12 metri, 10 al galleggiamento per 730 chilogrammi di peso. Utilizza doppie derive a baionetta ad “S” e timoni ad “L” per gestire il foiling, il volare sull’acqua alla massima velocità,  più o meno allo stesso modo in cui abbiamo visto su sui 22 metri di Coppa America. La carena dei cat è firmata da Martin Fischer, uno degli architetti specializzati nei multiscafi e nelle nuove appendici.

La partenza dei monoscafi è fissata alle 8.30 dal porticciolo di Bogliaco (Monoscafi), alle 8 e 45 (Multiscafi), ore 9 dei Maxilibera ed Open. I partners che hanno aderito al progetto Centomiglia 2013 sono Argivit, Marina Yachting, Bel Gelato, Dap Brescia, Garda Lombardia, Brescia Tourism, Univela Campione, Marina di Bogliaco 2000, Cabo Verde Time; i partners sociali Abe (Associazione Bambino Emopatico), Croce Rosa Italiana Brescia, Hyak Onlus, Segretariato sociale Rai; tra gli Enti  di patrocinio il Consiglio Regionale della Lombardia e la presidenza della Provincia di Brescia.