SIRMIONE – Fervono i preparativi per le notti di Canzone Italiana 2013

0

Fervono i preparativi per Canzone Italiana – Festival Nazionale della Canzone d’Autore per Giovani Talenti in programma a Sirmione nei giorni 6, 7 e 8 settembre 2013 presso il Palazzo dei Congressi PalaCreberg. L’evento, organizzato da Teamitalia in collaborazione con la Direzione artistica Un Mondo di Musica e il Comune di Sirmione, ha l’intento di promuovere giovani artisti emergenti e tutelare il patrimonio musicale italiano. Si tratta di una kermesse canora dedicata a giovani talenti i quali si esibiranno con cover in lingua italiana accompagnati da una band costituita appositamente per l’evento: gli Others Sounds. L’evento è ingresso libero per il principio di “cultura gratuita”.

SirmioneL’evento, presentato da Fabrizia Fassi, sarà strutturato in tre serate: la prima è fissata per venerdì 6 settembre alle 21, data in cui al saluto delle autorità seguirà l’esibizione dei dodici concorrenti in gara e l’assegnazione del Premio Canzone Italiana 2013 a Mario Lavezzi. Sabato 7 settembre, sempre alle 21, ci sarà l’esibizione dei dodici concorrenti in gara e la seconda serata avrà come ospiti il rapper Sharky Mc e Fanya. Domenica 8 settembre, alle ore 21.00, sarà la volta della serata finale con cerimonia di premiazione: all’esibizione dei dodici concorrenti finalisti seguirà quella della band Other Sounds. Poi verrà assegnato il Premio Canzone Italiana 2013.

Ecco i componenti della giuria costituita da tecnici del settore: Silvia Lorenzi, Presidente di Giuria e Assistente Direttore Didattico e Docente ai corsi di Area Sanremo, Marco Locatelli, organizzatore di concorsi musicali e concerti, Luca Miramonti, discografico, cantante, autore, produttore, dj, Guido Palma, discografico, Simone Prandin, Direttore della Zero Crossing Studio, tecnico del suono, Luca Monster Paletta, recensore musicale, Alberto Rapetti, musicista, arrangiatore, compositore, Alessandro Rampani, referente per Radio Onyx, assegnerà un riconoscimento alla miglior voce radiofonica, Umberto La Bozzetta, promotore musicale, consulente editoriale, organizzatore eventi.

Nato l’8 maggio a Milano, Mario Lavezzi manifesta fin da giovanissimo una incontenibile passione per la chitarra, che studia da autodidatta, approfondendone successivamente lo studio presso la Scuola Civica di Milano. Nel 1963 dall’incontro di Mario con altri amici del quartiere di p.zza Napoli a Milano dove viveva, nasce un gruppo studentesco denominato I Trappers di cui per un breve periodo, fece parte anche Teo Teocoli come cantante solista. Il gruppo ha inciso un singolo dal titolo “Ieri a lei” versione italiana di Yesterday dei Beatles. Nell’estate del 1966 dopo lo scioglimento de I Trappers Lavezzi viene chiamato a sua volta da I Camaleonti a sostituire Riky Maiocchi, fondatore e allora cantante e leader del gruppo.
Alla fine del 1968 incontra Mogol ed inizia la sua attività di compositore, scrivendo Il primo giorno di primavera. La canzone, prodotta da Lucio Battisti e da Mogol fu portata al successo da I Dik Dik raggiungendo nel settembre del 1969 il primo posto in classifica. Nasce in quel periodo la Numero Uno, mitica etichetta discografica fondata da Mogol e Battisti che darà inizio alla carriera di moltissimi artisti tra i quali: Edoardo Bennato, Gianna Nannini, Umberto Tozzi e molti altri.  Lavezzi entra subito a farne parte, come autore, produttore e interprete. Inizia quindi la sua attività di cantautore e di produttore di Loredana Berté, di Fiorella Mannoia e di Anna Oxa. Nel 2002 ha composto quattro canzoni per l’album “L’amore ci cambia la vita” di Gianni Morandi. Recentemente ha inoltre prodotto l’ultimo album di Ornella Vanoni “Più di tè”.