GAMBARA – Fermato datore di lavoro di Marilia, uccisa perché incinta?

0

Sembra in via di risoluzione il giallo sull’assassinio di Marilia Rodrigues Silva Martins, la giovane 29enne trovata morta venerdì pomeriggio nel suo appartamento.

marilia-rodrigues-silva-martinsInfatti dopo aver stabilito la morte per strangolamento e aver accertato lo stato di gravidanza della donna, gli inquirenti hanno interrogato e fermato Claudio Grigoletto, il datore di lavoro della giovane. Dalle prime indagini è emerso che i due avevano una relazione e probabilmente il figlio che Marilia portava in grembo era proprio di Grigoletto, e proprio questa gravidanza sembra essere stata la causa della morte della brasiliana.

Secondo una prima ricostruzione, Grigoletto voleva riavvicinarsi alla moglie e alla famiglia che aveva per un periodo abbandonato, quindi la gravidanza di Marilia, l’amante,  rappresentava un problema. Problema che l’uomo potrebbe aver deciso di risolvere con l’assassinio della giovane. Dopo l’interrogatorio durato una notte intera, Grigoletto è stato accusato di omicidio aggravato, anche se non ha mai confessato e anzi ha più volte dichiarato che nell’arco di tempo in cui si è compiuto l’omicidio lui non era a Gambara. Ciò nonostante il pubblico ministero Ambrogio Cassiani ha disposto il fermo di Grigoletto (titolare della Alpi aviario do Brasil, datore di lavoro di Marilia) contestandogli i reati di omicidio aggravato, tentativo di soppressione di cadavere e procurato aborto.

L’uomo si trova ora in carcere a Brescia.