BRESCIA – Morte Lucchini, Aib: “Industria perde protagonista”

0

“L’industria italiana e quella bresciana con la scomparsa di Luigi Lucchini perdono un grande protagonista e un maestro”. Marco Bonometti, presidente dell’Associazione Industriale Bresciana, ha commentato così la notizia della morte  del Cavaliere del Lavoro Luigi Lucchini che dal 1978 al 1983 è stato al vertice di Aib “in cui si è convintamente impegnato – ha aggiunto Bonometti – per il consolidamento dei valori e dei contenuti dello spirito confindustriale e per la difesa delle imprese.

E' morto ieri Luigi Lucchini
E’ morto ieri Luigi Lucchini

Il Cavalier Lucchini – ha aggiunto il presidente di Aib – è stato per gli imprenditori bresciani un punto di riferimento indiscusso in anni di relazioni industriali difficili e confuse, durante i quali ha contribuito, con rigore e determinazione, a delineare regole e comportamenti che hanno valore ancora oggi.

La storia personale e imprenditoriale di Luigi Lucchini – ha concluso Bonometti – rimarranno, per l’impegno e il rigore espressi, un esempio per le giovani generazioni di imprenditori e cittadini, dimostrando che, pur partendo da umili origini e da un piccolo paese come Casto, è possibile arrivare alla presidenza di Confindustria e ai vertici di grandi istituzioni economiche”.