VEZZA D’OGLIO – Turismo a gonfie vele grazie al boom delle seconde case

0

Rispetto agli altri Comuni della Valcamonica, Vezza d’Oglio si pone in netta controtendenza, vantando un primato decisamente positivo per l’economia locale. Nonostante la crisi, non ha infatti registrato cali delle presenze turistiche che, al contrario, sono incrementate in modo significativo. Grazie soprattutto al boom edilizio delle seconde case, il turismo rappresenta un settore trainante per l’economia del paese, non solo nel periodo invernale ma anche in quello estivo.

VezzaIl primo cittadino Severino Bonavetti s’è detto soddisfatto del risultato raggiunto e auspica che la tendenza si mantenga anche per il futuro. Le seconde case costruite nel Comune hanno di fatto raddoppiato nel giro di una ventina d’anni la superficie costruita sul territorio, ma ora è necessario che venga creata una fitta rete di infrastrutture e di servizi da mettere a disposizione degli ospiti, preziosissimi per le casse dell’ente locale, arricchite grazie a contributi e tariffe di vario genere. Qualcosa è già stato fatto: basti pensare alla pista ciclabile realizzata insieme all’Unione dei Comuni della Valtenesi, che trova proprio a Vezza uno dei suoi capolinea, e all’area attrezzata per pic-nic realizzata nella zona delle Cascatelle.

Il sindaco intende migliorare in modo costante l’offerta di soggiorno e ha spiegato che a breve verrà riqualificata un’altra area verde sita in località Rive, dove sorgono già tavolini e barbecue. In particolare è prevista la realizzazione di un ponte in legno che colleghi la ciclopedonale all’altra sponda del fiume; un intervento volto a facilitare l’accesso al settore attrezzato anche a ciclisti e pedoni di passaggio.